Per Cacciari Zaia aspetta che Salvini si logori da sé

Per Cacciari Zaia aspetta che Salvini si logori da sé. L'ex sindaco di Venezia lo dice a Repubblica

Per Cacciari Zaia aspetta che Salvini si logori da sé. “Ha affrontato la pandemia in maniera intelligente e accorta, ma non farà le scarpe a Salvini”. Così Massimo Cacciari, intervistato da Repubblica, vede il gradimento crescente di Luca Zaia, parte di una Lega che in Veneto “ha sempre avuto cura di allevare una classe di amministratori che avesse nell’attenzione per l’ente locale il suo punto di forza”. Secondo l’ex sindaco di Venezia il governatore del Veneto “ha un talento per la mediazione e il compromesso, oltre che la modestia ovvero la capacità di stare al suo posto. E’ stato per un mandato il vice di Galan senza farsi mai notare, e senza nemmeno accorgersi degli scandali dell’allora governatore”.

Per Cacciari Zaia aspetta che Salvini si logori da sé

Ma a fare le scarpe a Salvini, secondo Cacciari “non ci pensa affatto. Non gli conviene impelagarsi in una lotta interna. Non gioca ad apparire, non fa il presuntuoso. Forse in cuor suo aspetta che Salvini si logori da solo, ma sa anche di militare in un partito che è una contraddizione di termini, con il rafforzamento delle autonomie da un lato, ma dall’altro è un partito ‘leninista’. Era già così con Bossi, ed è così anche con Salvini”.