Macron: “Siamo con l’Italia. Europa, basta egoismo”

Macron: "Siamo con l'Italia. Europa, basta egoismo. Se l'Ue può morire, è nel non agire"

Macron:
Emmanuel Macron

Macron: “Siamo con l’Italia. Europa, basta egoismo”. “Con Giuseppe Conte, Pedro Sanchez e altri sei capi di Stato e di governo, abbiamo indirizzato, prima del Consiglio europeo, una lettera a Charles Michel per inviare un messaggio chiaro: non supereremo questa crisi senza una solidarietà europea forte, a livello sanitario e di bilancio. Questo è il punto di partenza. Gli strumenti vengono in seguito e dobbiamo essere aperti a questo proposito: può trattarsi di una capacità di indebitamento comune, quale che sia il suo nome, oppure di un aumento del bilancio dell’Unione europea per permettere un sostegno reale ai paesi più colpiti da questa crisi”. Così dice, raccontando l’ultimo Consiglio europeo che ha sancito lo stallo sulle conseguenze economiche e finanziarie della crisi sanitaria, il presidente francese Emmanuel Macron a La Stampa. Sottolinea che “giovedì, dieci Paesi dell’eurozona, rappresentanti del 60 % del suo Pil, hanno esplicitamente sostenuto quest’idea, è la prima volta!”.

Macron: “Siamo con l’Italia. Europa, basta egoismo”

Sulla situazione italiana Macron fa notare che “si parla molto degli aiuti cinesi o russi, ma perché non si dice invece che la Francia e la Germania hanno inviato 2 milioni di mascherine e decine di migliaia di camici in Italia? Oggi (ieri, ndr) lanciamo bandi europei per l’acquisto congiunto di mascherine e respiratori. Sarà forse insufficiente ma è già un inizio e non dobbiamo lasciarci intossicare da ciò che raccontano i nostri partner e concorrenti internazionali. Dobbiamo anche dire che, viceversa, gli europei hanno soccorso la Cina all’inizio dell’epidemia, quando era la più colpita, inviando più di 50 tonnellate di materiale”.

Una ragione in più per ribadire “perché difendo una solidarietà di bilancio nella gestione della crisi e delle sue conseguenze. Alcuni Paesi si comportano come se l’Italia o la Spagna ne fossero responsabili : ne sono, al contrario, le prime vittime e questo virus non risparmierà nessuno. Se l’Europa può morire, è nel non agire“, continua Macron.