Per Gentilini la Sanità era migliore durante il Fascismo

Gentilini: la Sanità era migliore durante il Fascismo. Oggi invece non abbiamo nemmeno le mascherine, ha detto alla Zanzara l'ex sindaco di Treviso

Per Gentilini la Sanità era migliore durante il Fascismo
Giancarlo Gentilini

Gentilini: la Sanità era migliore durante il Fascismo. “Sotto il fascismo la sanità era migliore”. Lo afferma l’ex sindaco ‘sceriffo’ di Treviso, il leghista Giancarlo Gentilini, detto in città Genty, parlando a ‘La zanzara’ di Radio 24 condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo. “I latini dicevano mens sana in corpore sano, e basta guardare alle opere, gli ospedali, le colonie al mare e in montagna fatte quando c’era lui – prosegue, riferendosi a Benito Mussolini per capire come siamo messi adesso che mancano persino le mascherine. Ora invece abbiamo un coprifuoco che é peggio di quello della guerra”.

Gentilini: la Sanità era migliore durante il Fascismo

Nel caso del 90enne Gentilini questo tipo di dichiarazioni non è certo una novità. Solo qualche giorno fa, parlando al Corriere del Veneto, sempre a proposito dell’emergenza sanitaria, e dell’impossibilità a suo avviso di fare di più di quanto non si stia già facendo contro il coronavirus, aveva detto: “E cosa fai, chiudi tutti in casa? Industrie, sindaci, personale, lavoro? Non possiamo cementarci in casa. Allora è meglio distribuire delle pastigliette di cianuro, come si faceva durante il nazismo, e finiamola qua”