Da comico a comico, Pippo Franco: “Perché Grillo è sparito?”

Da comico a comico, Pippo Franco: "Perché Grillo è sparito?". La risposta che l'attore si dà è che "lui e i suoi sono buoni a distruggere, non a costruire"

Da comico a comico, Pippo Franco:
Pippo Franco

Da comico a comico, Pippo Franco si chiede perché Grillo sia sparito. Beppe Grillo “è scomparso, sono quasi tutti scomparsi, non possiamo sapere cosa sta facendo. C’è una grande differenza tra il distruggere ciò che non va e costruire, mi pare che nell’ambito delle costruzioni Grillo e i suoi non siano adeguati“. Così ha detto Franco che ieri sera, con il figlio Gabriele, è stato ospite del programma ‘L’imprenditore e gli altri’ su Radio Cusano Tv Italia (canale 264 del dt).

Da comico a comico, Pippo Franco: “Perché Grillo è sparito?”

Franco ha parlato di come il governo stia gestendo l’emergenza coronavirus: “Se pensiamo a ieri – ha dichiarato l’attore – ci rendiamo conto che le cose erano di per sé difficili da mettere in scena. Se avessimo dovuto fare il Bagaglino adesso non avremmo potuto perché andavamo in onda una volta a settimana e tutti questi politici hanno cambiato idea con una velocità supersonica, durante la settimana accadevano talmente tante cose che non avremmo saputo cosa mettere in scena. C’è un asteroide che si sta avvicinando al nostro pianeta. Molti sono preoccupati che cada sulla Terra, però in verità arriva così lontano che è improbabile. Volevo cancellare questa paura alla base e dire che se un asteroide si avvicina alla Terra la prima cosa che fa è toccarsi i santissimi e squagliarsela”, scherza, e ricorda come nella società di oggi “l’ironia è sempre esorcizzazione del dramma e adesso è difficile fare ironia perché il dramma è talmente esplodente. Sono nato in epoca di bombardamenti, quindi tutto questo l’ho già visto. L’uomo di oggi però ha sostituito Dio con il denaro, con se stesso, non avendo problemi ha sempre vissuto, fino a poco fa, di frivolezze, ha perso il senso della poesia e si è dato alle apericene, alla pazza gioia”.

Infine una facezia sul rapporto tra lui e la moglie in quarantena: “Mia moglie è tendenzialmente mattutina, io tendenzialmente notturno quindi avevamo orari diversi anche per mangiare, adesso però siamo ritornati alle vecchie abitudini e riusciamo a mangiare insieme“.