Serra: “Pene per chi non sta a casa, serve l’esercito”

Il prefetto Achille Serra, in un’intervista a Radio Anch’io su Radio1, preannuncia un giro di vita: "Sono necessarie misure più stringenti per la popolazione e pene per chi non sta a casa.

Il terzo magistrato positivo al coronavirus al Tribunale di Milano
Il Tribunale di Milano

Il prefetto Achille Serra, in un’intervista a Radio Anch’io su Radio1, preannuncia un giro di vita: “Sono necessarie misure più stringenti per la popolazione e pene per chi non sta a casa. Tutti gli italiani stanno facendo sforzi enormi e non si può vanificare tutto per una minoranza che non ha ancora capito nulla. Sono tutti possibili untori e pericolosi. Contro gli untori è necessario un rigore forte. Le pene devono essere assolutamente decisive’’.

Le parole di Serra

‘’A mio avviso serve l’esercito. Sono sempre stato contrario per ovvi motivi, questo è un paese democratico e l’esercito ha delle regole precise e poi non si deve mai dare l’impressione di essere sotto una dittatura. Ma ora siamo in guerra e quindi serve l’esercito. Non c’è di fronte un nemico fisico, ma ci vogliono regole diverse. Le forze dell’ordine stanno facendo un lavoro enorme e con grandi sacrifici’’.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.