Il Codacons: la Ue blocchi lo scandalo della rinazionalizzazione di Alitalia

Il Codacons: la Ue blocchi lo scandalo della rinazionalizzazione di Alitalia. "I salvataggi ci sono già costati 9 miliardi di euro"

Alitalia, ora Forza Italia dice no alla nazionalizzazione
Aerei Alitalia a Milano - foto da Fb Milano Plane Spotter

Il Codacons: la Ue blocchi lo scandalo della rinazionalizzazione di Alitalia. E’ praticamente passata sotto silenzio, la decisione inserita nel cosiddetto decreto ‘cura Italia’ del governo. Che forse curerà l’Italia, ma di certo resuscita Alitalia. Zero critiche dall’opposizione, i voti sono voti. Qualche protesta isolata che eccepisce da tempo, come quella dell’economista Andrea Giuricin, che i media per lo più snobbano. E l’emergenza sembra aver zittito anche l’unica voce che poteva dire una parola definitiva. Quella della Commissione europea che, visto il momento eccezionale, ha di fatto dato il via agli aiuti di Stato alle aziende. Fatto salvo che però Alitalia non sarà uccisa dal coronavirus, godendo da molto tempo di salute tutt’altro che ottima. Solo il Codacons si è detto pronto ad impugnare in sede europea il nuovo salvataggio della (ex?) compagnia di bandiera, dopo la notizia dell’inserimento nel cura Italia di un articolo che autorizza la costituzione di una nuova società (newco) interamente controllata dal Ministero dell’economia e delle Finanze o controllata da una società a prevalente partecipazione pubblica, anche indiretta.

Il Codacons: la Ue blocchi lo scandalo della rinazionalizzazione di Alitalia

“Si tratta di un vero e proprio scandalo che l’Europa dovrà bloccare – spiega il Codacons – La nazionalizzazione di Alitalia comporterà uno spreco immane di soldi pubblici, risorse che in questo momento di difficoltà per il paese dovrebbero essere destinate ad altri settori, come la sanità, e non certo dirottati per colmare la gestione vergognosa della compagnia aerea”.

Codacons ricorda come i salvataggi di Alitalia siano costati negli ultimi anni 346 euro a famiglia, con un conto salito a 9 miliardi di euro per la collettività grazie a molteplici salvataggi pubblici. Che chiaramente non sono bastati.