Monti: “Più debito? Ora è un male necessario”

Monti: "Più debito ora è un male necessario". Perché, spiega il senatore a vita, non abbiamo tenuto il fieno in cascina quando avremmo potuto

Monti:
Mario Monti

Monti: “Più debito ora è un male necessario”. “Penso che nessuno sappia se la misura sarà sufficiente e quindi trovare un metodo per capire come fare di più se servirà. L’idea di un ‘whatever it takes’ mi sembra giusta nel principio ma è solo un’analogia, perché Draghi parlava di cose che lui aveva il potere di controllare, cioè emettere moneta. Se l’Italia dice fare tutto il necessario significa fare più debito. Gli oneri a quel punto verranno scaricati su figli e nipoti e gli effetti saranno diversi. Draghi ha fatto calare i tassi, annunciare più debito i tassi li fa salire”. Mario Monti commenta così a Circo Massimo su Radio Capital l’intenzione del governo di approvare un decreto da 7,5 miliardi per contrastare l’emergenza economica dovuta al coronavirus.

Monti: “Più debito ora è un male necessario”

“Fare più debito ora – aggiunge Monti – è sicuramente un male ma necessario. Naturalmente però sappiamo che in genere gli agricoltori tengono il fieno in cascina e lo tirano fuori nelle situazione in cui serve. Se l’Italia avesse avuto una gestione del debito più normale in passato avremmo la possibilità di usare delle scorte di capacità di indebitarci ma la nostra situazione è oggi già molto tesa”.