Mattarella a sorpresa nella scuola ‘cinese’ contro le discriminazioni

Mattarella va a sorpresa nella scuola 'cinese' con un gesto simbolico di contrasto a qualunque velleità discriminatoria celata dietro al caso Coronavirus

Mattarella a sorpresa nella scuola 'cinese' contro le discriminazioni
Mattarella a sorpresa nella scuola 'cinese' contro le discriminazioni

Mattarella va a sorpresa nella scuola ‘cinese’ con un gesto simbolico. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha visitato, a sorpresa, la scuola materna ed elementare ‘Daniele Manin’ nel quartiere Esquilino di Roma, un istituto contraddistinto dalla sua multiculturalità, con una presenza tra il 40 e il 50 per cento di alunni di nazionalità non italiana anche se nati in italia.

Mattarella a sorpresa nella scuola ‘cinese’ contro le discriminazioni

L’Esquilino è il quartiere centrale della Capitale con una forte presenza di immigrazione, specialmente cinese, tanto da essere spesso definito la Chinatown romana. Il capo dello Stato ha visitato alcune classi, si è intrattenuto con i bambini e i docenti e un gruppo di ragazzi delle medie di diverse nazionalità ha cantato l’inno di Mameli. Come è stato sottolineato, si è trattato di un gesto distensivo e simbolico da parte del capo dello Stato nei confronti della comunità cinese residente da anni in Italia, colpita dalle ricadute della vicenda del coronavirus. Un chiaro segnale di contrasto a qualunque velleità discriminatoria, celata dietro al caso sanitario.