Mes, Meloni risponde stizzita a Conte: «Sta smentendo il Governo da lei guidato»

Giuseppe Conte ha rilasciato alcune dichiarazioni in Aula sulla questione del Mes. Di tutto punto arriva la risposta di Giorgia Meloni.

Giorgia Meloni attacca le Sardine
Giorgia Meloni attacca le Sardine

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, è intervenuta alla Camera per parlare del Mes. Il fondo salva Stati europeo è stato oggetto di un dibattito piuttosto variegato che ha visto Conte disquisire generando, al contempo, non poche interruzioni. Roberto Fico, in qualità di Presidente della Camera, ha dovuto faticare in alcuni frangenti per riportare la calma. Conte ha attaccato Salvini e si è rivolto anche alla Meloni come di una sorpresa (in senso negativo). «Le accuse che mi sono state rivolte trascendono ampiamente i più accesi toni e le più aspre contestazioni che caratterizzano l’odierna dialettica politica. Già di per sé – dichiara Conte – ben poco incline alla “cura delle parole”. Siamo al cospetto di un’accusa gravissima».

Mes, la Meloni risponde a Conte

La Meloni, in seguito all’intervento di Conte, si è espressa passando al contrattacco in chiave politica. Il commento è giunto dopo l’informativa sul Mes discussa in Aula. «Presidente Conte – dichiara Giorgia Meloni – se non ci fossero di mezzo i soldi degli italiani mi sarei divertita nell’ascoltarla. Ha letto oltre 40 minuti i propri resoconti parlamentari. Ha contraddetto il suo governo, lo ha letteralmente smentito».

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.