Occhetto a “Propaganda Live”: «Sinistra attuale non va, nostalgia del comunismo»

Achille Occhetto ha parlato attaccando la sinistra durante la trasmissione televisiva “Propaganda Live” in onda sulla rete La7.

Achille Occhetto a “Propaganda Live” su La7
Achille Occhetto a “Propaganda Live” su La7

L’esponente politico Achille Occhetto è intervenuto in qualità di ospite a “Propaganda Live” in onda su La7. «Questa idea a sinistra che devi combattere prima quello che ti sta vicino rispetto all’avversario è quello che vediamo anche oggi. Oggi ci vuole una nuova Bolognina che faccia i conti col crollo delle forze socialiste, delle forze di sinistra – sia quelle moderate che quelle radicali. Bisogna avere il coraggio di dire – commenta Occhetto – che bisogna cambiare tutto».

Occhetto e la nostalgia del comunismo

«Ho nostalgia di quello che il comunismo doveva essere. Non siamo noi che abbiamo chiuso col comunismo. Il comunismo è crollato, ha fatto tutto da solo, e noi dovevamo vedere come uscire da quella crisi. Gramsci non era un radical chic. Oggi c’è anche chi si identifica con la psicologia barbarica e antisociale di alcuni strati del popolo italiano e non bisogna avere paura di fare battaglia controcorrente, di avere una funzione culturale e politica».

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.