Matteo Salvini: “Ho ricevuto un altro proiettile, ma io non piango”

Il leader della Lega Matteo Salvini è tornato a parlare delle vicenda Liliana Segre, incontrata ieri sera a Milano, affermando inoltre di avere ricevuto un altro proiettile.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (foto Afp)

Il leader della Lega Matteo Salvini è tornato a parlare delle vicenda Liliana Segre, incontrata ieri sera a Milano. “A me è appena arrivato un altro proiettile – ha dichiarato -. Non piango. In un Paese civile non dovremmo rischiare né io né la Segre”. Poi, sempre riferendosi alla senatrice a vita, dichiara: “Io ascolto ascolto, è una donna estremamente intelligente. Sono giovane, ho voglia di capire, di imparare e di ascoltare”.

La senatrice, continua l’ex Ministro dell’Interno, “farà le sue scelte a prescindere da quello che suggerisce Salvini. Ritengo che sia una donna estremamente intelligente quindi non ha assolutamente bisogno dei miei consigli”. Infine il leader della Lega ha dichiarato che il suo partito scenderà in piazza a sostegno della senatrice il 10 dicembre a Milano. “Quando c’è qualcosa di democratico che riguarda il futuro lo sosteniamo. Il dibattito tra fascismo e comunismo che sono sepolti dal passato, non mi appassiona”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.