Conte dopo le elezioni in Umbria: “Risultato non incide sul governo”

"Se non avessimo coraggio e lungimiranza sarebbe meglio andare a casa tutti", spiega il premier

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte (foto: Facebook)

Giuseppe Conte commenta il risultato delle Elezioni in Umbria, definendolo come un test regionale. Il premier sembra quindi non temere uno scossone di governo dopo l’esito negativo della prova di alleanza tra Pd e M5S. Un esperimento che lo stesso Luigi Di Maio ha definito “fallimentare”, dopo che il MoVimento è sceso sotto l’8%.

Elezioni in Umbria, Conte cita Modugno

A seguito del risultato delle elezioni in Umbria, Conte risponde ai giornalisti de Il Messaggero a margine di “Sindaci d’Italia”, un convegno organizzato a Roma da Poste Italiane. E alla domanda se il Conte bis sia adesso messo in discussione dal risultato umbro, replica citando il testo della canzone «Meraviglioso» di Modugno: “Io in discussione? Come dice la canzone di Modugno? Ho il cielo, il sole, il mare”, e indica il sole di fronte al centro congressi «La nuvola» nel quartiere Eur di Roma.

Conte sul futuro del governo: “Elezione non incide”

Parlando poi dei possibili risvolti dopo il risultato in Umbria che vede Salvini e il centrodestra come i favoriti, Conte commenta: “Il voto in Umbria è un test da non trascurare affatto”. E aggiunge: “Ma noi siamo qui a governare con coraggio e determinazione, il nostro è un progetto riformatore per il Paese. Un test regionale non può incidere, se non avessimo coraggio e lungimiranza sarebbe meglio andare a casa tutti”.

Sono tranquillo – afferma poi -. A Tesei (la nuova governatrice dell’Umbria, n.d.r.) faccio le mie congratulazioni e auguri di lavorare al meglio per la comunità umbra, che merita un lavoro efficace. Ha vinto il centrodestra, ne prendiamo atto“. E conclude parlando delle prossime mosse degli alleati: “Vediamo le riflessioni che dovranno fare anche i leader”, afferma Conte. Riflessioni che andranno fatte “nella consapevolezza che si tratta di piani diversi”. E infine ribadisce: “Siamo qui nella massima consapevolezza di un progetto riformatore del paese”.