Sondaggi politici di Pagnoncelli: in calo Lega e Pd, pesa Italia Viva

I sondaggi politici proposti dal Corriere della Sera oggi mostrano una flessione nel gradimento di Lega e Pd, ma un lieve aumento in quello del governo

Sondaggi politici
Sondaggi politici

I sondaggi politici elettorali proposti questa mattina dal Corriere della Sera vedono una ripresa di consensi per il governo. Se in partenza il gradimento era del 36% contro il 52% che era contrario, ora il giudizio continua ad essere negativo, ma con una forbice minore. I giudizi positivi si attestano al 39%, e quelli negativi al 48%.

Chi sale e chi scende

In particolare, l’area di apprezzamento, secondo il Corriere, cresce in quella del centrodestra non leghista. Mentre chi non sembra contento sono proprio gli elettori delle forze di governo, visto che un quarto degli elettori del M5S e circa il 30% di quelli del Pd dà un parere negativo.

Per quanto riguarda le intenzioni di voto, sull’opinione degli elettori pesa la scissione di Matteo Renzi, che con Italia Viva si attesta al 4,8%. Ne soffre il Pd che scende al 19,5%, senza riuscire ancora a recuperare il consenso degli anti-renziani fuoriusciti dal partito.

Il M5S perde quasi 4 punti, passando dal 24% al 20,8%, anche a causa del passaggio degli elettori nell’area dell’astensione. Male anche la Lega, che perde circa un punto rispetto a fine agosto, attestandosi al 31%. Anche se complessivamente, rispetto a quando era al governo perde ben 5 punti. I motivi potrebbero essere rintracciati nel comportamento del leader Matteo Salvini, che ha anche ridotto la sua presenza mediatica. Molti elettori sono passati a FdI oppure all’astensionismo. Questo gioca a favore di Giorgia Meloni, il cui partito sale al 9%. Bene anche FI, che sale al 7%. La sinistra si mantiene invece poco sotto il 3%.