Roberto Giachetti si dimette dalla Direzione del Pd

Roberto Giachetti ha annunciato le dimissioni dalla Direzione del Pd. L'annuncio è giunto al termine dopo l'avvio della nuova maggioranza.

Roberto Giachetti lascia la Direzione del Pd
Roberto Giachetti lascia la Direzione del Pd (foto Facebook)

Il nuovo Governo 5 Stelle-Pd non è piaciuto a Roberto Giachetti ragion per cui l’esponente politico ha annunciato le dimissioni. Dopo le nomine di viceministri e sottosegretari, ufficializzate nella mattinata di lunedì 16 settembre, arriva il commento di Giachetti. «È venuto il momento che io parli e dica la mia dopo un periodo di silenzio durato un mese e mezzo. Capisco perfettamente le ragioni per cui abbiamo deciso di fare questo accordo e in cuor mio io, davvero, mi auguro che possa funzionare. Non posso, però, rinnegare le mie convinzioni sul Movimento 5 Stelle e su tutto quello che è successo in questi anni perché sono cose che a me pesano. Io sono stato il frontman della campagna che negava qualsiasi possibilità di fare un accordo con loro. Vista questa situazione è inevitabile che ne debba trarre le conseguenze».

Roberto Giachetti abbandona il Pd

«Per come intendo la politica, ci sono delle regole non scritte per cui quando si commettono errori di valutazione del genere non può rimanere tutto uguale. Per questa ragione ho deciso di dimettermi dalla Direzione nazionale del Partito democratico. Non potrei continuare a stare in una cabina di regia politica che deve sostenere questo progetto, non essendone convinto fino in fondo».

«È stata la mia forma di rispetto profondo – conclude – per una comunità politica che si accingeva ad una scelta molto difficile (…) Ringrazio tutta quella comunità e faccio i miei auguri ad Anna Ascani, Elena Bonetti e Ivan Scalfarotto per i loro incarichi di Governo. Sono certo che faranno bene e che sapranno distinguersi per le loro capacità».