Festival L’Aquila, Zerocalcare taglia corto: «Le vittime le facciano i nazisti»

Il fumettista Zerocalcare ha scritto su Facebook parlando della polemica sulla propria partecipazione a un festival in programma a L'Aquila.

Zerocalcare
Zerocalcare (foto AdnKronos)

Polemiche per la richiesta del primo cittadino di L’Aquila, Pierluigi Biondi (Fratelli d’Italia), volta nel dare vita a un Festival degli Incontri nella cittadina abruzzese equo dal punto di vista politico. Forti le critiche sono giunte per la partecipazione del fumettista Zerocalcare e dello scrittore Roberto Saviano. L’autore dei fumetti, contattato dall’AdnKronos, si è così espresso: «I piagnoni vittimisti lasciamoli fa ai nazisti. Non voglio sciacalli».

Festival L’Aquila, la risposta di Zerocalcare

Michele Rech, in arte Zerocalcare, ha risposto da Facebook, dividendo per punti la questione. «Il drammatico precipitare degli eventi ha reso necessario chiarire delle cose. A L’Aquila ci sarei andato gratis – ha commentato Zerocalcare –. Tuttalpiù risparmierò benzina e casello. Se volete dare sostegno a qualcuno, datelo al festival e alla direttrice (Silvia) Barbagallo che si sta accollando tutto senza accettare pezze imbarazzanti».

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.