Alan Kurdi, firmato il divieto di ingresso della nave

La nave Alan Kurdi, battente bandiera tedesca, non potrà entrare in acque italiane. Tre ministri, secondo l'AdnKronos, avrebbero firmato il provvedimento.

Alan Kurdi, firmato divieto di ingresso
Alan Kurdi, firmato divieto di ingresso (foto Ipa)

Dopo lo sbarco di alcuni migranti a Lampedusa, giunge la firma per il divieto di ingresso della Alan Kurdi nelle acque italiane. L’imbarcazione della Ong tedesca non potrà entrare in acque italiane. Il provvedimento, secondo l’AdnKronos, che cita fonti del Quirinale, sarebbe stato firmato da Matteo Salvini, Elisabetta Trenta e Danilo Toninelli.

Alan Kurdi e le novità sul caso della nave di una Ong tedesca

«Il divieto di ingresso in acque italiane per Alan Kurdi è stato firmato dai ministri Matteo Salvini, Elisabetta Trenta e Danilo Toninelli». La nave della Ong tedesca batte anche bandiera della Germania. Di tutto punto arriva il commento di Salvini in merito alla questione degli sbarchi in Italia: «Se il Pd vuole riaprire i porti e far ricominciare il business dell’immigrazione clandestina – afferma il leader della Lega – lo dica agli italiani».