Accordo di Governo, Carlo Calenda non ci sta e presenta le dimissioni

Accordo tra Pd e Movimento 5 Stelle con conseguente decisione di Carlo Calenda di rassegnare le dimissioni: l'annuncio mediante una lettera.

Carlo Calenda
Carlo Calenda

Carlo Calenda ha inviato una lettera a Nicola Zingaretti e Paolo Gentiloni per rassegnare le dimissioni come esponente del Pd. La decisione è giunta dopo giorni in cui aveva già manifestato il proprio dissenso per l’accordo di Governo con il Movimento 5 Stelle. «Caro Nicola, Caro Paolo, vi prego di voler accettare le mie dimissioni dalla Direzione nazionale del Partito Democratico». La lettera è stata pubblicata su “Huffington Post”. Le tensioni in seno al Pd hanno minato più volte l’accordo con i 5 Stelle ma al momento la situazione sembra essersi delineata in favore della formazione di una nuova maggioranza.

Carlo Calenda rassegna le dimissioni dal Pd

«Penso che in democrazia si possano, e talvolta si debbano, fare accordi con chi ha idee diverse, ma mai con chi ha valori opposti. Questo è il caso del M5S. Sapete bene che nulla abbiamo in comune con Grillo, Casaleggio e Di Maio. Ed è significativo – dichiara Calenda – il fatto che il negoziato non abbia neanche sfiorato i punti più controversi: dall’Ilva alla Tav da Alitalia ai Navigator. Un programma nato su omissioni di comodo non è un programma, è una scusa».