Accordo di Governo, Carlo Calenda non ci sta e presenta le dimissioni

Accordo tra Pd e Movimento 5 Stelle con conseguente decisione di Carlo Calenda di rassegnare le dimissioni: l'annuncio mediante una lettera.

Carlo Calenda e la critica a Conte
Carlo Calenda (foto AdnKronos)

Carlo Calenda ha inviato una lettera a Nicola Zingaretti e Paolo Gentiloni per rassegnare le dimissioni come esponente del Pd. La decisione è giunta dopo giorni in cui aveva già manifestato il proprio dissenso per l’accordo di Governo con il Movimento 5 Stelle. «Caro Nicola, Caro Paolo, vi prego di voler accettare le mie dimissioni dalla Direzione nazionale del Partito Democratico». La lettera è stata pubblicata su “Huffington Post”. Le tensioni in seno al Pd hanno minato più volte l’accordo con i 5 Stelle ma al momento la situazione sembra essersi delineata in favore della formazione di una nuova maggioranza.

Carlo Calenda rassegna le dimissioni dal Pd

«Penso che in democrazia si possano, e talvolta si debbano, fare accordi con chi ha idee diverse, ma mai con chi ha valori opposti. Questo è il caso del M5S. Sapete bene che nulla abbiamo in comune con Grillo, Casaleggio e Di Maio. Ed è significativo – dichiara Calenda – il fatto che il negoziato non abbia neanche sfiorato i punti più controversi: dall’Ilva alla Tav da Alitalia ai Navigator. Un programma nato su omissioni di comodo non è un programma, è una scusa».

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.