Di Maio sente Zingaretti: presa la decisione su Giuseppe Conte

Questa mattina di domenica 25 agosto, Luigi Di Maio ha sentito, telefonicamente, Nicola ZIngaretti. Al centro della telefonata, il futuro di Giuseppe Conte.

Giuseppe Conte (foto AdnKronos)
Giuseppe Conte (foto AdnKronos)
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Questa mattina di domenica 25 agosto, Luigi Di Maio ha sentito, telefonicamente, Nicola Zingaretti. Al centro della telefonata, il futuro di Giuseppe Conte. A quanto si apprende da fonti qualificate, nel corso della telefonata, il leader dei 5 Stelle avrebbe proposto ancora il nome di Giuseppe Conte come Premier per il prossimo governo. Di Maio ha evidenziato che tutto il Movimento “è leale” nei confronti del presidente del Consiglio uscente e che non accetta veti. Pena il fallimento dell’accordo con il Pd.

Di Maio sente Zingaretti e vuole confermare Conte

Come riporta l’Adnkronos, ci sarebbero anche fonti vicino ai pentastellati che continuano sulla linea che “nessun confronto è possibile davanti ai veti”. “Se i veti non si sciolgono – affermano le stesse fonti – e non otteniamo le garanzie adeguate per il Paese diventa tutto molto difficile”. “Per il MoVimento – continuano – la lealtà a Conte non si discute, a lui riconosciamo le grandissime capacità dimostrate da premier. Dire di no a Conte per trovare altri nomi figli di strategie politiche, significa indebolire il Paese. Non vorremmo che” il no a Conte “fosse una scusa per tornare al voto. In tal caso Zingaretti e i suoi devono essere chiari”.

Intanto, sempre oggi, un assist a Giuseppe Conte arriva anche da Beppe Grillo, garante del Movimento 5 stelle. Ha ripubblicato un estratto dell’articolo di elogio del 23 agosto scorso. Infine, per quanto riguarda l’ipotesi di Roberto Fico nelle vesti di prossimo Premier di un eventuale esecutivo giallorosso, fonti della Camera hanno reso nota la sua l’indisponibilità a lasciare l’incarico a Montecitorio.