Crisi di Governo, Salvini: “Le vie della Lega sono infinite”

Crisi di Governo, il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, tramite una diretta Facebook, è tornato a parlare oggi, venerdì 23 agosto.

Salvini e Di Maio
Salvini e Di Maio
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Crisi di Governo, il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, tramite una diretta Facebook, è tornato a parlare oggi, venerdì 23 agosto. “Oggi ci sarà un incontro tra Partito democratico e Movimento 5 stelle – ha iniziato il leader del Carroccio -. Spero che nessuno stia pensando di riportare al Governo Renzi, la Boschi, Loti e la Boldrini, facendoli rientrare dalla finestra dopo che sono stati cacciati dalla porta dagli italiani”.

Crisi di Governo, Salvini apre ai 5 stelle?

Poi Salvini sembra aprire di nuovo ai 5 stelle: “La strada maestra rimangono le elezioni”. Tuttavia – completa Salvini – le porte e le vie della Lega sono infinite pur di non rivedere Renzi e Boschi al governo. Mi auguro che nessuno pensi di lasciare l’Italia a un partito come il Pd che ha perso tutte le elezioni negli ultimi anni perché ne ha combinate di cotte e di crude”.

“Sarebbe per me un onore e un piacere continuare a occuparmi della nostra sicurezza del nostro Paese – conclude Salvini -. Non per occupare una poltrona. Le poltrone servono per fare le cose. C’è un governo fermo da settimane e da mesi e i governi fermi che non fanno ma litigano non servono a nessuno. Abbiamo scelto di dare uno scossone, uno stop, un altolà e adesso alla luce del sole o c’è un accordo per un governo nuovo, con una squadra nuova o un progetto nuovo per i prossimi anni, a prescindere dalle poltrone che alla Lega non interessano, oppure la via maestra è quella del voto”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.