Consultazioni Governo, esce anche il Movimento 5 stelle

La delegazioni del Movimento 5 stelle, guidata da Luigi Di Maio, ha terminato le consultazioni con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Consultazioni di Governo, Movimento 5 stelle
Consultazioni di Governo, Movimento 5 stelle
Clicca qui per ascoltare l'articolo

La delegazioni del Movimento 5 stelle, guidata da Luigi Di Maio, ha terminato le consultazioni di Governo con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Subito ai giornalisti si è presentato lo stesso Luigi Di Maio. “La crisi di Governo ha fatto piombare nel caos il paese – ha iniziato -. Per colpa della caduta, non siamo ancora riusciti ad approvare i nuovi contratti di Lavoro. Reddito di Cittadinanza e Quota 100 rischiano di saltare. La fine del Governo ha bloccato riforme importati, che avrebbero migliorato la vita degli italiani. Per queste ragioni abbiamo informato il Presidente Mattarella che abbiamo 10 obbiettivi da fare assolutamente durante questa legislazione”. E ancora: “Abbiamo informato che il voto non ci intimorisce, ma non può essere la fuga dagli impegni fatti ai cittadini”.

Consultazioni di Governo, i 10 punti del Movimento 5 stelle

Il discorso di Luigi Di Maio è stato forse quello più pacato di tutti. Non ha mai nominato né la Lega né il Movimento 5 stelle. Tanta attenzioni però sui punti che Di Maio avrebbe detto a Mattarella, alcuni tra l’altro molto difficili da realizzare, quasi impossibili. Un elenco lungo, che, per portarlo a compimento, servirebbe una legislatura. Il leader del Movimetno 5 stelle ha spaziato dal conflitto di interesse, alla riforma di contratti di lavoro. Nel programma c’è anche il taglio dei parlamentari, e la promessa di un cambiamento nei confronti delle attuali regole europee sui migranti. Ha parlato di Iva e della prossima Legge di bilancio. Nel suo programma c’è però anche la promessa di cambiare la scuola e di portare il Paese a diventare più eco-sostenibile. Quello che conta, però, per il momento, è che Luigi Di Maio non abbia mai nominato il Movimento 5 stelle.