Crisi di Governo, Grillo incontra i grandi di M5s: “Salvini non credibile”

Grillo ha incontrato i grandi del Movimento 5 stelle a Maria di Bibbona per fare il punto sull'attuale crisi di Governo e sulla sfiducia a Giuseppe Conte.

Beppe Grillo
Beppe Grillo

Grillo ha incontrato i grandi del Movimento 5 stelle a Maria di Bibbona per fare il punto sull’attuale crisi di Governo e sulla sfiducia a Giuseppe Conte. Erano presenti Luigi Di Maio, Beppe Grillo, Davide Casaleggio, Roberto Fico, Alessandro Di Battista, Paola Taverna e i capigruppo di Senato e Camera Stefano Patuanelli e Francesco D’Uva. “Tutti i presenti – si legge in una nota – si sono ritrovati compatti nel definire Salvini un interlocutore non più credibile“.

Crisi di Governo, Grillo incontra i grandi di M5s

Poi la nota prosegue: “Prima la sua mossa di staccare la spina al governo del cambiamento l’8 agosto tra un mojito e un tuffo. Poi questa vergognosa retromarcia in cui tenta di dettare condizioni senza alcuna credibilità, fanno di lui un interlocutore inaffidabile. Dispiace per il gruppo parlamentare della Lega con cui è stato fatto un buon lavoro in questi 14 mesi. Il Movimento sarà in Aula aula al Senato al fianco di Giuseppe Conte il 20 agosto”.

Beppe Grillo ha pubblicato anche un video in cui immagina di dialogare con Umberto Bossi. “Questo Salvini, era un ragazzo tranquillo, credevo fosse abbastanza leale, con un livello medio di intelligenza ma insomma… – dice -. Ma non pensavo fosse proprio la slealtà e la pugnalata. Non entro nel merito della cose, non è il mio compito, ma da elevato e come fondatore del movimento non potevo che parlare con il fondatore della Lega, e quindi ho sentito Bossi e gli ho chiesto: ma questo Salvini, com’è?” Ma alle domande di Grillo il Bossi immaginario risponde solo con qualche frase incomprensibile.

Il video si era aperto con il post sul blog di Grillo: “Volevo dirvi quello che sto pensando in questi momenti senza che voi pensiate che mi sia montato la testa. Il momento è magico, strano, tragico. Qualsiasi aggettivo possiamo usare è la somma di una pugnalata in agosto al popolo italiano. Una cosa che mi ha sconvolto, ma non più di tanto. Ho incontrato i ragazzi, stanno assorbendo bene tutta la situazione.