Sondaggi politici elettorali oggi, se si andasse al voto ecco chi vince

Conte si è recato al Quirinale e avrebbe già scongiurato l'ipotesi di una crisi di Governo. Eppure in molti si chiedo cosa accadrebbe se si votasse oggi.

Sondaggi politici elettorali oggi
Sondaggi politici elettorali oggi
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Conte, dopo un incontro con Mattarella al Quirinale, avrebbe già scongiurato l’ipotesi di una crisi di Governo. I sondaggi elettorali danno la Lega in vantaggio. Se si votasse oggi la Lega sarebbe in netto vantaggio rispetto ai principali avversari politici. Il partito guidato da Matteo Salvini, infatti, tocca attualmente quota 36% di preferenze. Dati in linea con le ultime proiezioni.

Sondaggi politici elettorali oggi

Dunque nessun rivale per il Carroccio, che, se si unisse a tutto il Centrodestra, porterebbe a casa una vittoria per certi versi epocale. Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni è infatti a quota 7,5%, mentre Forza Italia di Silvio Berlusconi si è fermata al 7,1%. In pratica, dunque, le tre forza di centrodestra supererebbero addirittura il 50% dei consensi, arrivando a quota 50,6%.

Molto lontani, e molto divisi i principali oppositori. Il Movimento 5 Stelle sono crollati sotto la soglia del 20%, fermandosi al 17,8%. Un dato in leggera crescita rispetto alle recenti elezioni europee. Sempre in calo il Partito democratico, sconvolto anche dalle continue lacerazioni al suo interno. Ora il Pd è infatti sceso a quota 20,5%. Tragica invece la situazione degli altri partiti di sinistra. +Europa e Italia in Comune arrivano a malapena al 3,5%, mentre La Sinistra tocca quota 2%. I Verdi si fermano all’1,9%.

Il paradosso

Dunque, stando ai sondaggi politici elettorali, la Lega non si limiterebbe a vincere le elezioni, ma le stravincerebbe. Debacle totale invece per tutti gli altri. Eppure c’è un paradosso. Sembra, infatti, che la maggior parte degli elettori leghisti non voglia andare alle elezioni, preferendo il Governo così com’è.

Una parte importante dei sostenitori di Salvini, dunque, non lo vorrebbero vedere Premier, almeno per il momento. Attenzione, che non si fraintenda: se si dovesse andare alle elezioni oggi, i sostenitori del Carroccio voterebbero volentieri per Salvini. Tuttavia, almeno per il momento, la sensazione è che la gente tema possibili destabilizzazioni derivanti a una crisi di governo, e quindi preferisca il proprio leader seduto sulla poltrona di Ministro dell’Interno.