Campi Rom: la circolare sul censimento

Matteo Salvini non ha badato alle molte critiche ed è andato avanti sul suo progetto di "censimento" dei campi rom.

Campi rom, arriva il censimento
Campi rom, arriva il censimento
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Matteo Salvini non ha badato alle molte critiche ed è andato avanti sul suo progetto di “censimento” dei campi rom. Lo ha detto proprio lo stesso ministro dell’Interno sulle suo pagine social, ora minacciate da Carola Rackete. Salvini ha ribadito la sua intenzione dopo che, nella giornata di giovedì 11 luglio, una nube tossica ha tagliato in due i cieli attorno all’ospedale pediatrico di Lamezia Terme.

Campi Rom, arriva il censimento

“Dopo l’ennesimo episodio di violenza, l’ultimo si è verificato ieri con un incendio doloso in zona ospedale a Lamezia Terme, lunedì scriverò a tutti i prefetti per avere un quadro dettagliato e aggiornato in tempo reale delle presenze rom nei campi abusivi o teoricamente regolari per procedere, come da programma, a chiusure, sgomberi, allontanamento e ripristino della legalità” ha detto Matteo Salvini.

Secondo fonti locali, giovedì 11 luglio, nel campo rom di Scordovillo, a Lamezia Terme, sono stati dati alle fiamme alcuni pneumatici e altri rifiuti. “È verosimile che nell’aria si stia sprigionando diossina. Inesorabilmente si deposita sulle nostre coltivazioni, sul nostro corpo e si infiltra anche nell’acqua”, aveva denunciato l’associazione Quartiere Capizzaglie. “Sarebbe davvero paradossale se l’incidenza dei tumori aumentasse in una città priva di industrie, le famiglie lametine stanno subendo una violenza inaudita che deve essere fermata”.

La circolare del Viminale

Così, nella giornata del 16 luglio è infine arrivata la circolare del Viminale, firmata dal Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e inviata a tutti i prefetti. Nella circolare viene richiesta una relazione sulla presenza di insediamenti rom, sinti e caminanti nei diversi territori. L’obiettivo è quello di verificare la presenza di realtà abusive per poi poter predisporre un piano di sgomberi. Il Viminale ha posto anche un termine per le relazioni dei prefetti: due settimane.

E’ prevista anche, secondo la circolare, “l’istituzione di ‘cabine di regia’ con rappresentanti delle Regioni e degli Enti locali interessati, per consentire il progressivo sgombero delle aree abusivamente occupate attraverso l’esecuzione delle ordinanze di demolizione e rimozione delle opere abusive”. E nel contempo si attiveranno “positive dinamiche di ricollocamento degli interessati”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.