Soldi russi alla Lega, Savoini non risponde ai pm

In corso l'interrogatorio di Gianluca Savoini, ex portavoce di Salvini e fondatore dell'associazione Lombardia-Russia, sul presunto caso dei soldi russi andati come finanziamento alla Lega.

Fondi russi alla Lega
Fondi russi alla Lega

Si è svolto l’interrogatorio di Gianluca Savoini, ex portavoce di Salvini e fondatore dell’associazione Lombardia-Russia, sul presunto caso dei soldi russi andati come finanziamento alla Lega. L’indagine è nata dopo un articolo di febbraio de L’Espresso. Qui era stato messo sotto la lente di ingrandimento l’incontro avvenuto il 18 ottobre del 2018 all’Hotel Metropol a Mosca. L’audio è stato pubblicato dal sito statunitense BuzzFeed, in cui si sente una voce attribuita a Savoini, indagato per corruzione internazionale.

Soldi russi alla Lega, Savoini interrogato dai pm

Secondo la Procura, al centro di quell’incontro d’affari, ci sarebbe stata un’operazione sospetta di corruzione legata all’importazione in Italia di una grande quantità di petrolio. Questo avrebbe dovuto far affluire 65 milioni di dollari nelle casse della Lega.

Intanto, sul caso è intervenuto anche Alexey Komov, presidente onorario dell’associazione Lombardia-Russia di Savoini. “Non so niente di quella riunione a Mosca. Non ho nessun collegamento con gli oligarchi russi, lavoro nell’ambito dell’educazione”. E ancora: “Conosco Savoini, mi propose di essere presidente onorario dell’associazione Lombardia-Russia, e gli ho detto ‘perché no?’. E’ un’associazione che vuole sviluppare relazioni culturali ed economiche”.

“Io sono un attivista pro-famiglia, sono per i valori cristiani – ha proseguito poi Komov – Sono intervenuto in varie conferenze anche in Italia e penso che sia molto importante difendere i valori della famiglia naturale per il futuro dell’Italia, della Russia e di tutto il mondo”. Quindi, “sono d’accordo con la posizione della Lega in tema dei valori tradizionali e cristiani”.

Savoini non risponde ai Pm

Gianluca Savoini, indagato dalla procura di Milano per corruzione internazionale, alla fine ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere. Non avrebbe così detto nulla ai pm di Milano che indagano sull’inchiesta con al centro la Lega e il sospetto di finanziamenti da Mosca.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.