Luigi De Magistris: “Costruiremo flotta per soccorrere i migranti”

In merito hai recenti fatti della Sea Watch e della nave Alex, il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha dichiarato: "Il porto di Napoli è aperto".

Luigi de Magistris
Luigi de Magistris
Clicca qui per ascoltare l'articolo

In merito hai recenti fatti della Sea Watch e della nave Alex, il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha dichiarato: “Il porto di Napoli è aperto. L’ho detto alla Sea Watch a suo tempo lo ripeto ora. Stiamo costruendo una piccola flotta, velieri, gommoni, barche perché siamo disposti ad andare a soccorrere. Voglio vedere se si fa un maxiprocesso, a Napoli abbiamo anche l’aula bunker… Faranno un +700, oppure +400. Da magistrato a sindaco sono 120 i procedimenti a mio carico ma perché sono un mariolo? No, ma perché anzi facevo la caccia ai marioli. Tutto al contrario”.

Luigi De Magistris: “Costruiremo flotta per i migranti”

Dunque il Sindaco di Napoli ha deciso di “ribellarsi” al decreto sicurezza bis e, non da ultimo, al Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Quella di costruire una “flotta per salvare i migranti”, a oggi, sa di una provocazione. Eppure ha portato con se una moltitudine di polemiche. Infatti, c’è chi ha ribadito, come aveva fatto Giorgia Meloni sabato, che gli esponenti della sinistra se ne fregano delle leggi quando non sono loro a farle. “O fanno le leggi loro, o le ritengono ingiuste. Sono come i comunisti di tanti anni fa”.

De Magistris ha poi continuato: “In questo Paese si ribaltano la verità e la realtà: chi salva vite viene arrestata, come Carola; chi tiene in ostaggio persone in barca non ha conseguenze. Questo è un terreno di scontro, stanno preparando altro. C’è una motivazione per tutto questo: ci sarà un processo contro i responsabili dei crimini contro l’umanità e le ong sono i testimoni, hanno le registrazioni”. Carola Rackete, tuttavia, è bene ricordarlo, non è mai stata arrestata perché ha salvato delle vite umane. Era stata posta agli arresti domiciliari solo per aver violato gli ordini delle autorità italiane nonché i confini della nazione.