Putin in visita a Roma, Conte: “Lavoriamo per superare le sanzioni”

Terminato l'incontro con il Papa, Putin continuerà la sua visita in Roma incontrando il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella.

Putin in visita in Italia incontra Conte
Putin in visita in Italia incontra Conte
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Putin ha continuato la sua visita in Roma incontrando il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella e il Premier Giuseppe Conte. Questo dopo aver, con un buon esito, l’incontro con il Papa. “Grazie del tempo che mi ha dedicato e per il discorso molto sostanzioso e interessante” ha detto Putina al Papa. Con quest’ultimo che ha risposto con un “preghi per me”. Il Premier russo ha anche fatto un regalo al pontefice. Si tratta di un Dvd su Michelangelo del regista russo Andrej Konchalovskij, di prossima uscita e di produzione italo-russa.

Putin in visita a Roma

Putin, come riferisce il Corriere della Sera, ha regalato al Papa anche un’icona dei Santi Pietro e Paolo. “Voi li festeggiate il 29 giugno, noi il 12 luglio”. Papa Francesco ha poi ricambiato con il medaglione che commemora i cento anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale. Mentre il suo secondo regalo è un’acquaforte del 1739 raffigurante Piazza San Pietro e la Basilica: “perché lei non dimentichi Roma”.

Il pontefice ha anche voluto regalare il Messaggio dell’ultima Giornata Mondiale della Pace, “che ho firmato appositamente per lei stamattina”, e il Documento sulla Fratellanza umana siglato nel febbraio scorso ad Abu Dhabi col grande imam di Al-Azhar.

Il corteo di Putin a Roma

Il corteo di Putin è stato sfarzoso come quello di uno zar. Trenta macchine in tutto hanno attraversato piazza San Pietro e l’Arco delle Campane. Hanno poi raggiunto il di San Damasco. Qui il Presidente russo è stato accolto dalla Guardia Svizzera e dal prefetto della Casa Pontificia, monsignor Georg Gaenswein.

Quello di oggi è stato il terzo incontro in Vaticano tra papa Francesco e Vladimir Putin. Il primo avvenne nel novembre del 2013. Il secondo andò in scena il 10 giugno 2015.

Putin incontra Conte

Durante il tardo pomeriggio di giovedì 4 luglio, la visita di Putin in Italia è proseguita con l’incontro con Giuseppe Conte. Uno l’argomento principale. “Noi riteniamo che le sanzioni siano un fine – ha iniziato Conte -, riteniamo che sia un regime transitorio e l’Italia lavora perché si creino le premesse per un superamento di questo stato di rapporti tra l’Ue e la Russia che non fa bene alla Russia, all’Ue e nemmeno all’Italia che potrebbe aumentare le relazioni commerciali. Per raggiungere questo obiettivo, cui l’Italia è devota, occorre che maturino le circostanze e noi lavoreremo per questo”.