Ballottaggio Monserrato 2019, la sfida è tra Locci e Picciau

Si voterà domenica 30 giugno per il ballottaggio di Monserrato (2019). Tomaso Antonio Locci e Valentina Picciau sono i due candidati per le comunali.

Ballottaggio Monserrato 2019, chi sono i due candidati
Ballottaggio Monserrato 2019, chi sono i due candidati
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Sarà ballottaggio nel Comune di Monserrato (2019) in quanto al primo turno non si è superata la soglia del 50% + 1 dei voti per un singolo candidato. Al secondo turno, infatti, sono andati Tomaso Antonio Locci e Valentina Picciau. La distanza tra i due, secondo i dati Eligendo, è di poco più di 25 punti percentuali.

Ballottaggio Monserrato 2019, chi è Tomaso Antonio Locci

Tomaso Antonio Locci, 45 anni, è un imprenditore attivo nel mercato dei vini. È il titolare delle cantine che prendono il suo stesso cognome. Vinse le elezioni del 5 giugno 2016 avendo la meglio al ballottaggio. In quella circostanza ottenne il 65,35% dei consensi (al primo turno 38,72%). Al secondo turno di Monserrato 2016 riuscì ad avere la meglio su Antonio Vacca che si fermò al 34,65% (al primo turno 21,85%).

Chi è Valentina Picciau

Valentina Picciau ha 43 anni ed è una radioterapista nel reparto di Oncologia. Ha già avuto modo di esprimersi in campo politico. Durante il primo turno di Monserrato è riuscita ad andare al ballottaggio, nonostante il distacco sia molto ampio. Nel 2016 ebbe un ruolo nel far cadere la Giunta comunale di Monserrato e ora ha deciso di scendere in campo supportata da due liste civiche. La Picciau fu consigliere dei “Riformatori Sardi”.

Ballottaggio Monserrato 2019, come è andata al primo turno

Il candidato che ha ottenuto la percentuale più alta è stato Tomaso Antonio Locci. L’esponente politico ha totalizzato il 48,80% delle preferenze (4.293 voti) ed è stato sostenuto da tre liste civiche. Valentina Picciau si è fermata al 23,65% (2.081 voti). Sostegno del Partito Democratico e di altre due liste civiche. Il Centro-Destra abbandona la contesa elettorale attestandosi al 15,06% con la candidata Maria Caterina Argiolas (1.325 voti) e quattro liste di riferimento. Niente da fare anche per il candidato del Movimento 5 Stelle Gianfranco Vacca (12,49% e 1.099 voti).

Come si vota al ballottaggio

Al ballottaggio vanno i due candidati che hanno ottenuto la percentuale più alta. Il secondo turno può verificarsi, salvo casi di esatta parità di voti, nei Comuni con più di 15 mila abitanti. Bisogna scegliere, esclusivamente, sul candidato sindaco. Nel caso di perfetta parità, a vincere sarà l’esponente politico più anziano.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.