Nuovo capo della Marina Militare, il Ministro della Difesa smentisce lo scontro con Salvini

Presunto scontro nel Governo tra Salvini e il Ministro della Difesa Elisabatta Trenta. Il motivo: la nomina del nuovo capo della Marina Militare.

Accordo di Governo
Accordo di Governo
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Nuovo scontro nel Governo, e questa volta i protagonisti sono Matteo Salvini e il Ministro della Difesa Elisabatta Trenta. Il motivo: la nomina del nuovo capo della Marina Militare. Tutto in realtà sembrava fatto. Il Premier Giuseppe Conte voleva nominare il suo consigliere militare, l’ammiraglio Carlo Massagli. Il nome di Massagli poi sarebbe gradito anche dal Vicepremier e leader leghista Matteo Salvini. La Trenta però non ci sta, e vorrebbe nominare l’ammiraglio Paolo Treu. La moglie di quest’ultimo, tra l’altro, aveva scritto una lettera disperata alla Trenta in difesa del marito, dopo lo scandalo maxi truffa all’Inps.

Nuovo capo della Marina Militare

Secondo voci di palazzo, gli altri ministri non avrebbero gradito per nulla la ribellione del Ministro della Difesa. La stessa Trenta, inoltre, se ne sarebbe andata dal Consiglio indispettita e sbattendo la porta, racconta Il Giornale. Conte ha provato a riportare la calma, come del resto aveva già fatto più volte con Salvini e Di Maio. Tuttavia, la scelta per il nuovo capo di stato della Marina Militare, non dovrebbe cambiare. Conte, e con lui Salvini, spingono per Carlo Massagli, unico per età che dovrebbe in futuro diventare Capo della Difesa.

La decisione definitiva dovrebbe arrivare entro mercoledì, quando ci sarà il prossimo Consiglio dei ministri. Massagli e Treu non erano le uniche due opzioni. È stata valutata anche la candidatura di Giuseppe Cavo Dragone, apprezzato dal Quirinale, però troppo anziano. Poi è stata valutata la candidatura di Dario Giacomin, che però è troppo giovane.

Scontro Salvini-Ministro della Difesa

Se l’ammiraglio Massagli non dovesse finire a fare il Capo della Marina, si paventerebbe il rischio che il prossimo Capo di Stato Maggiore della Difesa lo farebbe un generale dell’Esercito. E, come riporta il Giornale, questo andrebbe a garantire un futuro proprio alla Trenta, da sempre molto vicina all’Esercito.

La turnazione, comunque, era stata già interrotta dall’ex Ministro Roberta Pinotti, che a suo tempo aveva preferito Claudio Graziano (generale dell’Esercito) a Pasquale Preziosa (generale dell’Aeronautica).

La smentita del Ministro della Difesa

Tuttavia, il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha sottolineato con un post su Facebook che le voci circolate su un litigio con Salvini fossero completamente false. “La nomina del Capo di Stato Maggiore della Marina non era all’ordine del giorno dello scorso Consiglio dei ministri. Non c’è stato alcun litigio tra me e il ministro Salvini. E non sono uscita sbattendo la porta. Non ne avevo ragione“, ha scritto il Ministro su Facebook. E, con amarezza, ha concluso: “Peccato, ritengo i giornali e l’informazione VERA FONDAMENTALI PER LA DEMOCRAZIA. L’informazione falsa invece serve ad altro”.