Lotti si autosospende dal Pd dopo lo scandalo Csm

Dopo lo scandalo Csm, dopo tutte le registrazioni che lo coinvolgono, Luca Lotti si autosospende dal Pd. "Comunico la mia autosospensione dal PD".

Lotti si autosospende dal Pd
Lotti si autosospende dal Pd

Dopo lo scandalo Csm, dopo tutte le registrazioni che lo coinvolgono, Luca Lotti si autosospende dal Pd. “Comunico la mia autosospensione dal PD fino a quando questa vicenda non sarà chiarita. Lo faccio non perché qualche moralista senza morale oggi ha chiesto un mio passo indietro. No. Lo faccio per il rispetto e l’affetto che provo verso gli iscritti del PD, cui voglio bene e perché voglio dimostrare loro di non avere niente da nascondere e nessuna paura di attendere la verità”. 

Lotti si autosospende dal Pd

Questo messaggio, magari breve e sintetico, era contenuto in una lettera che l’ex Ministro del Partiti Democratico ha indirizzato al nuovo segretario Nicola Zingaretti. Quest’ultimo non ha poi mancato di rispondere al messaggio di Lotti: “Ringrazio Luca Lotti per un gesto non scontato che considero di grande responsabilità nei confronti della politica, delle istituzioni e del Pd. Sono consapevole della difficoltà umana di questi giorni, ma ciascuno di noi ha una responsabilità alta nei confronti della comunità di cui facciamo parte e verso il Paese. Penso che questa scelta gli consentirà anche di tutelare al meglio la sua posizione in questa vicenda che, come ha detto lo stesso Lotti, deve essere ancora chiarita”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.