Elezioni Alghero 2019: data, candidati e liste

Elezioni Alghero, previste per domenica 16 giugno, e si sfideranno per la fascia tricolore Mario Conoci, Mario Bruno e Roberto Ferrara

Elezioni alghero
Elezioni alghero

Elezioni Alghero 2019, per le comunali nella città sarda, così come a Cagliari, la data è fissata per domenica 16 giugno. In questa occasione i cittadini di Alghero saranno chiamati a scegliere il nuovo sindaco tra i tre candidati che si sfideranno. Inoltre, gli abitanti di Alghero dovranno rinnovare anche il consiglio comunale eleggendo i candidati presentati dalle diverse liste.

La data delle elezioni Alghero 2019:

Le elezioni comunali ad Alghero sono previste per domenica 16 giugno. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23, quando inizieranno gli scrutini una volta chiusi i seggi. Se nessuno dei tre candidati a sindaco dovesse ottenere la vittoria raggiungendo il 50%+1 delle preferenze si tornerà al ballottaggio domenica 30 giugno. In quell’occasione si sceglierà tra i due candidati che hanno ottenuto più voti al primo turno.

Elezioni Alghero: i candidati sindaco

I candidati sindaco per le elezioni comunali di Alghero sono tre, e sono sostenuti dal Movimento 5 stelle, dal centro destra e dal centro-sinistra.

Roberto Ferrara

Roberto Ferrara è il candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle nella città di Alghero. La sua candidatura è sostenuta solo dal M5S e da nessun’altra lista.

Classe 1972, Ferrara è laureato in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, con indirizzo di pianificazione territoriale. Dal 2002 è libero professionista in uno studio di architettura, dove si occupa prevalentemente degli aspetti ingegneristicie informatici, in progetti di restauro e di pianificazione territoriale. La sua attività per il Comune della città parte nel 2004, quando entra a far parte dell’Ufficio Tecnico del Traffico del Comune di Alghero, fino al 2010. In quell’anno viene assunto come tecnico, nell’Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Mario Bruno

Mario Bruno è sostenuto dal centro-sinistra con le liste del Partito Democratico, Per Alghero e sinistra in comune.

Bruno è laureato in Scienze Politiche presso l’Università di Sassari, ed è impiegato in un istituto di credito. La sua non è certo la prima esperienza politica. Infatti dal 1989 fino al 1993 è stato consigliere comunale di Alghero, eletto a soli 24 anni. Nel 2004 la sua esperienza si sposta a livello regionale, diventando a consigliere regionale, posizione che manterrà per 10 anni, anche come capogruppo del Pd. Dal 2014 è sindaco di Alghero, e la sua sarebbe dunque una rielezione per il secondo mandato consecutivo.

Mario Conoci

Mario Conoci è il candidato sindaco di Alghero per il centro-destra, sostenuto da 8 liste tra cui Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega.

E’ espressione della Lega e del Partito Sardo d’Azione. Tra i temi più sentiti c’è quello della partecipazione attiva dei giovani nella vita della comunità: lui stesso ha raccontato di aver iniziato a 18 anni andando ad un congresso della Democrazia Cristiana. La sua esperienza politica però si svolge sopratutto a livello locale, e infatti viene eletto in consiglio comunale la prima volta a 30 anni.

Le liste

Le liste che sono state presentate per l’elezione dei consiglieri comunali a sostegno dei candidati sindaco sono molte. Innanzitutto a sostenere Roberto Ferrara c’è la lista del Movimento 5 Stelle. Per Mario Bruno ci sono le liste del Partito Democratico, Per Alghero e Sinistra in Comune. Mario Conoci è il candidato sostenuto da più liste, perché ha dalla sua Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, Noi con Alghero, Partito dei Sardi, Partito Sardo d’Azione, Riformatori Sardi e Unione di Centro.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.