Paolo Arata arrestato, chi è l’ex consigliere di Salvini e consulente Lega

Altra brutta notizia per Matteo Salvini. È stato arrestato Paolo Arata, ex deputato di Forza Italia ed ex consulente della Lega per l'energia.

Paolo Arata arrestato
Paolo Arata arrestato
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Altra brutta notizia per Matteo Salvini. È stato arrestato Paolo Arata, ex deputato di Forza Italia ed ex consulente della Lega per l’energia. Pesantissime le accuse a suo carico. Dovrà rispondere infatti di corruzione, auto reciclaggio e intestazione fittizia di beni. Paolo Arata, quasi due anni fa, era stato tra coloro che avevano scritto il programma della Lega. Inoltre è stato arrestato anche suo figlio, Francesco. Entrambi sono indagati per un giro di mazzetta alla Regione Sicilia. Sarebbero stati, infatti, soci occulti di Vito Nicastri, imprenditore ritenuto responsabili di alcuni finanziamenti del boss latitante Matteo Messina Denaro.

Paolo Arata arrestato

Dopo il caso Siri, dunque, altro motivo di imbarazzo per la Lega e per Matteo Salvini. L’arresto per i due Arata che, secondo i pm, sarebbero stati soci di Nicastri, è stato disposto dal gip di Palermo. Sequestrate anche 8 società, tutte che operano nel campo delle energie rinnovabili.

L’inchiesta è finita anche a Roma. Gli Arata, infatti, avrebbero pagato una tangente proprio al sottosegretario delle strutture Armado Siri. In cambio di questa tangente, l’ex sottosegretario avrebbe presentato un emendamento, che non è mai stato approvato, sugli incentivi connessi al mini eolico. Cioè proprio in quel settore dove paolo Arata aveva investito.

Consigliere della Lega e di Salvini

Paolo Arata, come già detto, è stato consigliere della Lega e di Salvini. Ma non è l’unico arrestato. Il giudice, oltre ai due Arata, ha disposto anche l‘arresto di Nicastri e per il figlio Manilo. Sono indagati pure loro per corruzione, auto riciclaggio e intestazione fittizia. Per Nicastri la procura aveva chiesto una condanna esemplare: 12 anni. Il gip, nella misura cautelare, ha posto l’accento “sull’elevato rischio di infiltrazioni di Cosa nostra” negli fatti tra gli Arata e i Nicastri

L’ultimo arrestato, finito ai domiciliari, è poi l’ex funzionario regionale dell’Assessorato all’Energia Alberto Tinnirello. Anche lui è accusato di corruzione. Secondo i pm, ad acluni funzionari regionali, sarebbero andate mazzette per cifre tra gli 11mila e i 115mila euro.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.