Maturità 2019, i voti dei nostri politici quando toccò a loro

L'esame di maturità è una sfida, un passaggio, che i molti hanno compiuto nel corso della loro esperienza scolastica, anche i nostri politici.

Maturità 2019, i voti dei politici quando toccò a loro
Maturità 2019, i voti dei politici quando toccò a loro

La scuola è finita da poco, ma non per tutti. Molti studenti, come ogni anno, dovranno ritardare l’inizio delle vacanze per affrontare la maturità. La maturità 2019, poi, presenta molte novità che tra i banchi di scuola non si sono mai viste, e questo non fa che aumentare la tensione per molti studenti. L’esame comunque resta una sfida, un passaggio, che i molti hanno compiuto nel corso della loro esperienza scolastica, anche i nostri politici. Ecco, loro, per esempio, come sono andati?

Maturità 2019, i voti dei nostri politici

I voti ottenuti agli esami di maturità dei nostri politici sono stati a loro tempo abbastanza buoni, più o meno. Iniziamo con i voti dei membri più illustri del nostro attuale Governo.

I voti ottenuti dai membri dell’attuale Governo

Il Premier Giuseppe Conte ha conseguito la maturità al liceo classico Pietro Giannone a San Marco in Lamis, in provincia di Foggia. Per lui gli esami sono andati più che bene, visto che può vantare di essere uscito con 60/60. Passiamo ai due Vicepremier. Bene anche Luigi Di Maio, uscito dal Vittorio Imbriani di Pomigliano d’Arco con 100/100. Un po’ meno bene è andato il suo collega Matteo Salvini, uscito dal liceo classico Manzoni con 48/60.

Veniamo ora agli altri Ministri. Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta è uscita con 58/60. Il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli si è diplomato con 54/60. Meno bene è andato il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, uscito con 40/60. Stesso risultato ottenuto dal Presidente della Camera Roberto Fico, anche lui uscito con 40/60.

I voti ottenuti da Renzi e da alcuni dei suoi

L’ex Premier Matteo Renzi può vantare di essere uscito dal liceo classico Dante di Firenze con 60/60. Anche la sua “fedelissima” Elena Boschi è uscita con il massimo, 100/100, dal liceo classico di Arezzo. Bene anche la Mogherini, 56/60 al liceo classico Lucrezio Caro di Roma. Coloro che non sono andati proprio così bene sono Maurizio Martina e Luca Lotti. Quest’ultimo, inoltre, ha recentemente rivelato in un’intervista che il Preside gli aveva detto: “Sei il peggiore della classe tra i maschi”.