Zingaretti attaccato dai renziani: “Aspettiamo le Europee, poi vediamo”

Primi problemi per Zingaretti all'interno del Partito democratico. L'ala renziana del partito si ammutina.

Ipotesi Governo 5 Stelle Pd, Zingaretti e il nodo Conte
Ipotesi Governo 5 Stelle Pd, Zingaretti e il nodo Conte (foto repertorio)

Primi problemi per Zingaretti all’interno del Partito democratico. Dopo il nuovo scandalo nelle regione Umbria, adesso il nuovo segretario dovrà affrontare anche l’ammutinamento dell’ala renziana del partito. Per adesso ci sarebbero solo mugugni e qualche borbottio, perché “fino al 26 maggio stiamo tranquilli, poi vedremo”.

Zingaretti attaccato dai renziani

Le nomine di Andrea Orlando e Paola De Micheli come vice di Zingaretti non sono proprio andate giù ai “fedelissimi” di Renzi. “Siamo passati dalla gestione unitaria alla gestione proprietaria…”, dicono. Non si è fatta attendere però la replica: “La gestione unitaria non si è fatta perché le varie aree della minoranza non si sono accordate tra loro.” Per la questione Umbria, poi, Zingaretti è stato accusato di eccesso di giustizialismo.

Il clima, dunque, pare pesante. Un cattivo risultato alle prossime elezioni europee e alle prossime elezioni comunali, di scena il 26 maggio prossimo, potrebbe far moltiplicare i malumori e gli oppositori tra le stesse file Pd.