Marina Berlusconi: “Questo è il Governo della decrescita. Ammiro mio padre”

Marina Berlusconi annuncia con grande soddisfazione che "la Mondadori apre un nuovo capitolo". Poi critica il Governo: "Siamo al vecchio sogno dei grillini, la decrescita".

Marina Berlusconi annuncia con grande soddisfazione che “la Mondadori apre un nuovo capitolo”. E continua: “Ora siamo un’azienda concentrata sui libri, e credo sia il mestiere più bello del mondo. Ma penso ci sia un motivo in più per essere orgogliosi: perché oggi, con l’aria che tira, di libri, di cultura, di approfondimento, abbiamo proprio un gran bisogno”. La figlia dell’ex Premier, però, non manca di fare anche qualche considerazione sull’attuale Governo. “Siamo al vecchio sogno dei grillini, la decrescita”.

Marina Berlusconi e la politica

Qualcuno ha già criticato il suo intervento, ritenendolo poco consono al ruolo che riveste. Marina Berlusconi si difende: “Con la politica, a maggior ragione se sei un imprenditore, non puoi non confrontarti. Ma io mi occupo di aziende, e di aziende mi preme innanzitutto parlare. Di una Mondadori che, cito solo due dati, in pochi anni ha visto passare il margine lordo da 51 a oltre 90 milioni; mentre a fine 2019 i debiti dovrebbero scendere sotto i 70 milioni rispetto ai 363 di sei anni fa, nonostante le acquisizioni dei libri Rizzoli e del digitale di Banzai. E grazie a questi risultati vogliamo tornare a crescere, guardando anche all’estero”.

Infine la figlia parla della candidatura alle europee del padre: “Da figlia, l’idea di un’ennesima e faticosa campagna elettorale non mi entusiasma. Ma da figlia so anche che mio padre non rinuncerebbe mai a impegnarsi per quello in cui crede. Lotta da 25 anni per le sue idee e oggi che, assieme alle fondamenta dell’Europa, sembrano traballare i concetti stessi di libertà, di democrazia, di competenza c’è ancora più bisogno di personalità del suo livello. E mio padre non ha alcuna intenzione di tirarsi indietro. Anche per questo lo ammiro“.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.