Nicola Zingaretti a “Che tempo che fa”: «Via dal Nazareno»

Novità in casa Partito Democratico per Nicola Zingaretti. Nella sua intervista, rilasciata a "Che tempo che fa", si parla della sede del Pd e anche di Tav.

Nicola Zingaretti, dopo la vittoria alle elezioni Primarie del Partito Democratico, è stato intervistato a “Che tempo che fa” in onda su Rai 1. «Spalancherò porte e finestre per costruire una forma di partito radicalmente e totalmente diversa. Penso a grandi forum tematici aperti – dichiara Zingaretti – anche a chi non è iscritto al Pd. Vorrei cambiare la sede nazionale del partito da via del Nazareno e costruire sedi del Pd dove il primo piano sia destinato al co-working delle idee».

Le nuove proposte di Zingaretti

«Io penso – dice il segretario – che sia finito il “cattivismo” della Lega, la ricerca ossessiva di capri espiatori, come se questo aiuti la persona arrabbiata a stare meglio. Il “cattivismo” è l’oppio della rabbia. Il popolo è stanco delle divisioni, stanco dei litigi e di vivere in un eterno presente».

ne parliamo in pausa pranzo

Questione Tav

«La Tav è bloccata e così altre 600 grandi opere per un totale di 36 miliardi già stanziati. Il crollo della produzione industriale, le incertezze in economia entreranno in maniera drammatica nelle nostre case. Sulla Tav il Governo non cadrà perché hanno fatto pagare agli italiani un prezzo ignobile e sono sembrati degli azzeccagarbugli. Penso che la Tav si farà perché il vero capo di questo governo si chiama Matteo Salvini».

Commenta su Facebook
Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.