Elezioni in Abruzzo 2019, risultati: vince Marco Marsilio

Natta la vittoria per Marco Marsilio e la sua coalizione. Indietro di molto gli avversari Legnini (Pd) e Marcozzi (M5S).

Elezioni regionali in Abruzzo
Elezioni regionali in Abruzzo

Si sono concluse alle 23 di ieri, domenica 10 febbraio, le elezioni regionali in Abruzzo (2019).

I risultati definitivi dello spoglio confermano quanto precedente proposto dagli exit poll, che davano in vantaggio Marco Marisilio, il candidato del Centro-Destra. Delude profondamente, invece, il risultato del Movimento 5 Stelle. Definitivi anche i risultati sull’affluenza alle urne delle ore 23, secondo cui hanno votato il 53,11% degli aventi diritto rispetto al 61,55 della precedente tornata elettorale.

I risultati delle elezioni regionali in Abruzzo

I dati definitivi sullo spaglio delle schede elettorali (scrutinate 1633 sezioni su 1633) rivelano la vittoria schiacciante di Marco Marsilio, candidato del Centro-Destra, al 48,03%. Giovanni Legnini, del Centro-Sinistra, prende il 31,28% delle preferenza mentre delude il Movimento 5 Stelle con Sara Marcozzi, ferma al 20,20%. Il candidato di CasaPound, Stefano Flajani, è infine fermo allo 0,47%.

I risultati per partito

La coalizione di Centro-Destra ha visto come protagonista assoluta al Lega con il 27,54% delle preferenze. Al secondo posto Forza Italia con il 9,07%, ha dimostrazione del cambio di leadership all’interno della coalizione già avvenuto nel 2018. Fratelli d’Italia prende il 6,44% delle preferenze, Azione Politica il 3,25% mentre Unione di Centro il 2,88%.

Per il Centro-Sinistra: Pd all’11,13%; Legnini Presidente al 5,56%; Abruzzo in Comune al 3,88%; Leu al 2,77%; Abruzzo insieme al 2,68%; + Abruzzo al 2,34%; Centristi per l’Europa a 1,31% e Avanti Abruzzo al 0,94%.

Il Movimento 5 Stelle e Casapound, come già detto, ottengono rispettivamente il 20,20% e lo 0,47% delle preferenze.

L’analisi del voto

Molti sono i politici che hanno commentato i risultati dello spoglio in tempo reale in merito alle elezioni regionali in Abruzzo. Diversi esponenti offrono la loro idea in merito ai primi elementi, in termini percentuali, che sono emersi in merito alle elezioni dell’Abruzzo.

Marco Marsilio

Il vincitore della tornata elettorale in Abruzzo, Marco Marsilio, ha parlato del successo ottenuto alle Regionali. «Tutti i partiti della coalizione – dichiara – hanno fatto un lavoro straordinario. Si tratta di un voto che ci inorgoglisce. Vogliamo dare al nostro territorio delle ripercussioni assolutamente positive. La Lega – continua Marsilio – ha dato una grande spinta al popolo. Il partito è autenticamente nazionale e non è più un mero movimento di carattere secessionista».

«In Abruzzo – conclude Marsilio – avevamo una grande possibilità con la Lega. Adesso si governa la prima Regione del centro-sud».

Giuseppe Conte

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, commenta l’esito delle elezioni in Abruzzo. «Sono elezioni regionali di una regione centrale. Aspettiamo di leggerle e di vedere le valutazioni che spettano agli esponenti delle forze politiche. Il dato mi sembra abbastanza chiaro. Questo non vuol dire però che debba cambiare qualcosa per il Governo centrale. Continuiamo a lavorare e a darci da fare per migliorare il Paese».

Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri, esponente del Popolo delle Libertà, ha commentato durante lo Speciale TG3 “Elezioni Regionali Abruzzo”. «Vince il Centro-Destra e di questo ne sono felice – esordisce –. Le posizioni del Movimento Cinque Stelle non vanno mentre il Partito Democratico è in netto calo. La realtà è che ci stiamo rimettendo in carreggiata».

Matteo Salvini

Non si è fatto attendere nemmeno il commento di Matteo Salvini, che sul suo profilo Facebook ha scritto: «Grazie Abruzzo! Grazie Italia. Più forti degli attacchi, delle bugie e delle polemiche: da domani al lavoro. Non chiediamo rimpasti, non chiediamo ministri. Le nostre priorità sono l’autonomia, l’acqua pubblica, la legittima difesa, che dovrebbe essere legge entro marzo».

Alessandro Morelli

Alessandro Morelli della Lega si è espresso sui primi risultati. «Alle elezioni Regionali – commenta – ci sono le preferenze. È evidente che nella Regione Abruzzo molti voti siano ritornati al Partito Democratico. Questi, infatti, sono stati persi dal Movimento Cinque Stelle».

Giovanni Legnini

Dalla sede del partito anche il candidato Giovanni Legnini ha parlato sui dati emersi poc’anzi. «Se i dati dovessero essere confermati – afferma Legnini – mi riterrei comunque soddisfatto. È normale che vorremmo vincere ma le cose ancora non sono definitive. Il modello Legnini credo che sia replicabile. Abbiamo dato vita a una politica solo ed esclusivamente sul nostro territorio».

«L’elettorato – continua l’esponente del Centro-Sinistra – non è più fidelizzato come accadeva un decennio fa. Le persone si spostano da un lato all’altro in base alle proposte dei candidati».

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi ha commentato il successo alle Regionali in Abruzzo. Ancora una volta punta sull’unità che deve avere il Centro-Destra. «Uniti vinciamo. Da oggi comincia la sfida di Forza Italia e del centro-destra per la Sardegna, per la Basilicata, per il Piemonte e infine per le elezioni europee di maggio decisive per il futuro dell’Europa e dell’Italia. Sono sicuro che il centro-destra unito avrà successo in tutte queste importanti elezioni».

Danilo Toninelli

Anche il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli si è espresso sul risultato delle elezioni in Abruzzo. «Dubito fortemente che un voto regionale possa mettere in crisi un governo cosi’ importante con un consenso cosi’ ampio» .

I commenti dall’estero

«Italia: il Movimento 5 Stelle crolla dinanzi alla Lega nella regione Abruzzo», così titola il quotidiano francese Le Monde, riferendosi alla caduta “senza precedenti” del partito di Luigi Di Maio che «ottiene un risultato dimezzato rispetto a quello di un anno fa» . Il quotidiano ribadisce che la vittoria del centrodestra, con in testa la Lega di Matteo Salvini,
«è cosi’ ampia che rischia di diventare imbarazzante». Secondo Le Monde  i risultati «potrebbero spingere Salvini a rompere con il suo alleato di governo» .

Il confronto con i sondaggi

Sostanzialmente confermati, per quanto riguarda il vincitore delle elezioni regionali in Abruzzo, i sondaggi, che vedevano in testa il candidato del centrodestra Marco Marsilio (intorno alla quota del 40%). Si ribaltano, invece, le posizioni del candidato del Centro-Sinistra, Giovanni Legnini, che guadagna una posizione rispetto a quanto inizialmente previsto, mentre Sara Marcozzi scende di una posizione, attestandosi al terzo posto. Confermata la posizione decisamente più distaccata di Stefano Flajani di Casapound.

Commenta su Facebook