Reddito di Cittadinanza e Quota 100: oggi il Consiglio dei Ministri per l’approvazione

Dovrebbe essere confermato per questo pomeriggio il Consiglio dei Ministri per approvare Reddito di Cittadinanza e Quota 100, voci confermate da Palazzo Chigi anche senza convocazioni ufficiali.

Il Consiglio dei Ministri sul decretone si farà, probabilemente questo pomeriggio. Ancora alcuni nodi da sciogliere, ma per questo il Premier Giuseppe Conte si riunirà con i due Vicepremier prima del Consiglio. Lo  stesso Giuseppe Conte lo ha anticipato su Facebook: “Tanti gli impegni che mi aspettano a partire da domani. Innanzitutto avremo un consiglio dei ministri importantissimo. Approveremo il decreto che contiene i due provvedimenti chiave di questo governo: il reddito di cittadinanza e quota 100, misure che molti italiani aspettano da tempo e che finalmente diventeranno leggi dello Stato”.

La conferma arriva comunque da Palazzo Chigi che nella serata di ieri ha fatto filtrare che è confermata la riunione del Consiglio dei Ministri, anche se non c’è stata ancora alcuna convocazione ufficiale.

I temi del confronto

E tuttavia il decretone non è l’unico tema sul tavolo dei vertici di Governo.Tra gli altri è ancora in ballo la nomina del Presidente della Consob, che è vacante dalle dimissioni di Mario Nava, quattro mesi fa. La nomina spetta a Sergio Mattarella, su proposta del Premier, e per questo è  in atto un confronto interno al M5S. Molti a favore di Marcello Minenna, ma il Premier ha voluto tenere per sé l’ultima parola e  potrebbe proporre un altro nome.

Le tensioni sui temi ambientali

Anche i temi ambientali creano tensione nel Governo gialloverde. In commissione al Senato c’è stata una spaccaturaper la nomina del generale Antonio Ricciardi alla presidenza del Parco del Circeo. La Lega non ha appoggiato la proposta del Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, che è stata bocciata. Il Minstro ha ribattuto che “la politica ha il compito di nominare i migliori presidenti per la loro gestione e i partiti devono restarne fuori”. E ha spiegato:  “Per il Parco del Circeo, così come per tutti gli altri parchi, stiamo procedendo alle nuove nomine dei Presidenti, come ampiamente annunciato”. “Stiamo valutando decine di curricula, e la logica per la scelta e per procedere alla nomina è una sola: la massima competenza, unita al massimo rigore”, ha concluso Costa.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.