Legge di bilancio 2019, Luigi Di Maio: “Trattare con l’Unione Europea senza tradire gli italiani”

Luigi Di Maio
Legge di Bilancio, Luigi Di Maio: "Faremo di più".

Luigi Di Maio prende posizione sulla trattativa con l’Unione Europea sulla legge di bilancio 2019. Durante una visita alla Contarina di Treviso, il vicepremier e Ministro del Lavoro ha dichiarato: “Nella trattativa se non si chiede al governo di tradire gli italiani, perché noi non tradiremo gli italiani, possiamo portare avanti tutti i punti e i compromessi che vogliamo”.

Per quanto riguarda l’ipotesi di abbassamento del rapporto fra deficit e Pil al 2%, Di Maio ribadisce che “non dobbiamo aggrapparci a questi numerini: oggi il tema principale è che se l’economia rischia di fermarsi dobbiamo fare una manovra che mette soldi nell’economia. Con questa manovra mettiamo 37 miliardi in investimenti per il rischio idrogeologico, nei pensionamenti di chi non poteva andare in pensione con la legge Fornero, nel reddito di cittadinanza, nell’abbassamento delle tasse alle imprese” e “questo dev’essere chiaro alla Ue e ai cittadini italiani“.

Italia-Europa, segnali di disgelo

Aria di disgelo tra l’Europa e l’Italia confermata dalle parole del presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker. A una domanda sul dialogo con il governo italiano riguardo alla manovra e sul possibile avvio di una procedura, Juncker ha risposto che “questa questione non va drammatizzata: noi siamo con l’Italia, se l’Italia è con noi”. “L’atmosfera è buona, stiamo facendo progressi”, ha detto il presidente della Commissione Europea, sottolineando: “Non siamo in guerra con l’Italia: voglio che l’Italia sia l’Italia che è sempre stata, un’Italia che ispira l’Europa, non che le volta le spalle“.

Commenta su Facebook