Contrordine, seggiolini anti-abbandono obbligatori da oggi

Novità importante e inaspettata a cui dovranno prestare attenzione tutti gli automobilisti: obbligatorio dotarsi da oggi dei seggiolini anti-abbandono

seggiolini anti-abbandono
Foto: Flickr

La novità sembrava nell’aria ormai da tempo, ma destinata ad entrare in vigore non prima della primavera. A sorpresa, però, è arrivato il contrordine e la misura sarà definitiva già a partire da oggi, giovedì 7 novembre. A partire da quel giorno, infatti, gli automobilisti saranno chiamati a montare a bordo i seggiolini anti abbandono. Si tratta di quelli dotati di particolare sensore in grado di segnalare se chi è al volante si dovesse allontanare lasciando a bordo un bambino.

L’intento di questo disositivo è quello di fare in modo che non possano verificarsi episodi che hanno imperversato sulle pagine di cronaca a più riprese in cui diversi genitori hanno “dimenticato” il figlio all’interno dell’abitacolo con conseguenze decisamente tragiche. Il fenomeno, decisamente inspiegabile per alcuni, è dovuto principalmenteallo stress, che genera un caso di “amnesia dissociativa“.

Novità importanti per chi viaggia con i bambini

È noto come sia obbligatorio dotarsi degli appositi seggiolini quando ci si sposta in auto con un bambino. Ora, però, sarà necessario provvedere ad acquistare un particolare modello dotato di un sistema di allarme. Un modello in grado di segnalare con allarmi e notifiche la presenza del piccolo se chi è al volante si dovesse allontanare.

L’obbligo di sfruttarli, a sorpresa, sarà in vigore già da domani. Il regolamento di attuazione dell’articolo 172 del nuovo Codice della Strada in materia è stato pubblicato il 23 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale. Prevede l’entrata in vigore 15 giorni dopo, appunto il 7 novembre del 2019.

La misura, per quanto fondamentale, è stata però criticata proprio perché viene introdotta in una fase in cui diverse famiglie si trovano già ad affrontare una fase di profonda difficoltà sul piano economico. Sono così obbligati così a sostenere una spesa aggiuntiva.

L’esecutivo ha comunque previsto un fondo per un incentivo di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato.

Gli irregolari che dovessero essere sorpresi senza la dotazione necessaria andranno incontro a una sanzione amministrativa da 81 euro a 326 euro (pagamento entro 5 gg. euro 56,70) e la decurtazione di 5 punti dalla patente.

Le caratteristiche dei nuovi seggiolini

ll decreto ha indicato nel dettaglio come dovranno essere i dispositivi di ritenuta per essere in regola. Questi, infatti, “dovranno attivarsi automaticamente e dovranno essere dotati di un allarme in grado di avvisare il conducente della presenza del bambino nel veicolo attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo (potranno essere dotati anche di un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi o chiamate)”. Il Decreto del ministero dei Trasporti ha stabilito anche le caratteristiche tecniche di questi dispositivi “che potranno essere integrati all’origine nel seggiolino, oppure una dotazione di base o un accessorio del veicolo, ricompreso nel fascicolo di omologazione dello stesso oppure un sistema indipendente dal seggiolino e dal veicolo”.

Inevitabilmente, un’accelerata di questo tipo può mettere in difficoltà molte famiglie. Infatti potrebbero correre il rischio di andare incontro a conseguenze poco piacevoli già nelle prossime ore.