Tokyo 2020: il Coronavirus fa paura, ma i giochi olimpici ci saranno

Giochi Olimpici Tokyo 2020: non sono in discussione. Ma si teme per la delegazione cinese.

Giochi olimpici Tokyo 2020: si faranno, ma si teme per la delegazione cinese.

Non ci sono dubbi per il Giappone: il Coronavirus fa tremare, ma nessun retro front sui giochi olimpici estivi, previsti dal 24 luglio al 9 agosto di quest’anno. A farlo sapere è il CIO, il Comitato Olimpico Internazionale: cancellare (o rimandare) i giochi olimpici sarebbe la decisione sbagliata.

Giochi olimpici: il Coronavirus fa paura

Dalla prima Olimpiade, Atene 1896, non si sono potute disputare solamente tre edizioni, quelle 1916, 1940 e 1944, a causa della Prima e poi della Seconda Guerra Mondiale. Il Coronavirus, il virus che ha fatto (e fa) tremare il mondo, ovviamente resta motivo di grande preoccupazione per gli organizzatori della manifestazione sportiva ed è stato dichiarato che verranno prese tutte le manovre necessarie per garantire la sicurezza degli atleti e dei partecipanti.

Olimpiadi: a rischio la delegazione cinese

Diversi problemi, sicuramente, riguarderanno la delegazione cinese. Il rischio che la delegazione della Cina possa essere dimezzata è molto forte. E’ ancora troppo presto, però, per parlare di numeri, perché sono ancora troppe le dinamiche da analizzare. Repubblica riporta quest’oggi che “i cinesi potrebbe disertare molte gare o potrebbe essere loro vietato di partecipare”. Nelle prossime settimane avremo un quadro più dettagliato.