Libia, l’Onu chiede di intervenire sullo stop al petrolio

Problemi e grandi momenti di tensione in Libia in merito alla questione del petrolio. Il blocco potrebbe essere devastante per l'economia del Paese.

Petrolio in Libia
Petrolio in Libia (foto Youtube)

La produzione petrolifera è a rischio in Libia. Emerge una «profonda preoccupazione per i tentativi in corso di fermare e danneggiare la produzione nel Paese». Secondo una fonte della compagnia petrolifera statale libica, che cita l’emittente “Al-Ahrar”, la conseguenza potrebbe essere il blocco dell’export del petrolio da tutti i porti e i terminal libici.

Il petrolio in Libia

La compagnia petrolifera statale in Libia ha dichiarato lo “stato di forza maggiore” in alcuni terminal (Brega, Hariga, Ras Lanuf, Sidra e Zuweitina). L’intervento delle forze, guidate da Haftar, ha provocato il conseguente blocco dell’export petrolifero di alcune zone della Libia.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.