Iran, proteste davanti all’ambasciata britannica

Sale la tensione a Teheran. Proprio adesso, un esercito di agenti antisommossa si è posizionato davanti all'ambasciata britannica.

Sale la tensione a Teheran. Proprio adesso, un esercito di agenti antisommossa si è posizionato davanti all’ambasciata britannica. Molti manifestanti si sono dati appuntamento ai cancelli dell’edificio per protestare contro i britannici. Ieri, sabato 11 gennaio, per qualche oram era stato fermato e poi rilasciato l’ambasciatore del Regno Unito a Teheran, Rob Macaire, a causa della sua presenza alle manifestazioni davanti al Politecnico. La notizia è stata resa dall’agenzia di stampa Adnkronos.

“L’arresto temporaneo dell’Ambasciatore britannico a Teheran è inaccettabile” ha comunicato intanto la Farnesina. “Esprimiamo solidarietà al Regno Unito e lanciamo forte richiamo all’Iran perché rispetti norme e principi di diritto internazionale”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.