Spara al suo cane in strada: “Sono cacciatore, sparo a chi ca**o mi pare”

Un uomo ha picchiato violentemente il suo cane, una femmina che aveva appena partorito, poi le ha sparato e l'ha trascinata ferita con una corda lungo la strada.

Spara al suo cane in strada
Spara al suo cane in strada

Un uomo ha picchiato violentemente il suo cane, una femmina che aveva appena partorito, poi le ha sparato e l’ha trascinata ferita con una corda lungo la strada. La scena non è passata inosservata, e un’automobilista si è fermato per riprendere quello che stava accadendo e chiamare le autorità.

Le immagini, provenienti dalla Spagna, hanno fatto presto il giro del mondo, indignando e sconvolgendo molti. Il protagonista della vicenda, andata in scena sabato scorso, è un anziano cacciatore residente nella zona. Per motivazioni non ancora chiarite, si è accanito contro il proprio cane, una femmina che aveva dato alla luce cinque cuccioli due settimane prima.

Spara al suo cane in strada: “Sono cacciatore, sparo a chi ca**o mi pare”

Non sto riprendendo te. Sto riprendendo quello che stai facendo“, ha detto l’automobilista di fronte alle proteste dell’uomo. Quest’ultimo, dunque, replica con parole che suonano come una minaccia: Sono un cacciatore e sparo a chi c***o mi pare. Alla fine l’uomo ha abbandonato il cane e l’automobilista ha contattato le associazioni animaliste.

Trasportato d’urgenza in una struttura veterinaria, il cane è stato immediatamente ricoverato in gravissime condizioni. “Ci state chiedendo in molti delle condizioni di questa cagnetta e vi ringraziamo per questo – fanno sapere le associazioni animaliste -. La Guardia Civil non ci permette di dare troppe informazioni, possiamo solo dirvi che è ancora in gravi condizioni ed è alle prese con varie medicazioni. Ha delle lesioni alla testa preoccupanti e dovrà essere visitata da un chirurgo, incrociamo le dita affinché possa riprendersi”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.