Decorazioni natalizie Amazon a tema Auschwitz: la denuncia del Memoriale

Scoppia il caso delle decorazioni natalizie Amazon a tema Auschwitz, la cui presenza sulla piattaforma e-commerce è stata segnalata dal Memoriale

Decorazioni natalizie Amazon a tema Auschwitz
Decorazioni natalizie Amazon a tema Auschwitz

Decorazioni natalizie su Amazon a tema Auschwitz: è questa l’ultima trovata di alcuni venditori che li vendevano sulla piattaforma. E il fatto che filo spinato, treni ed edifici di esecuzione delle vittime della Shoa fossero rappresentate su decorazioni per alberi di Natale e apribottiglie non è passato inosservata.

Il caso delle decorazioni natalizie Amazon a tema Auschwitz

Infatti è scattata la denuncia su Twitter da parte del Memoriale di Auschwitz. “Vendere “ornamenti natalizi” con immagini di Auschwitz non è appropriato. Le immagini di Auschwitz ritratte su un apribottiglie sono piuttosto inquietanti e irrispettose. Chiediamo ad Amazon di rimuovere gli articoli di quei fornitori”.

La seconda segnalazione

La segnalazione ha fatto sì che Amazon rimuovesse gli articoli che erano stati indicati. Ma “il problema non è ancora finito”, ha fatto però notare il Memoriale di Auschwitz, mostrando altri prodotti venduti sulla piattaforma che mostravano le immagini del campo. Dai portachiavi ai tappetini per il mouse. Insomma, per tutti i gusti.

Il colosse dell’e-commerce è corso ai ripari, rimuovendo anche quegli oggetti incriminati. Poi ha specificato che “Tutti i venditori devono seguire le nostre linee guida di vendita e coloro che non lo faranno saranno soggetti all’azione, inclusa la potenziale rimozione del proprio account”.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.