Impeachment Trump: mandato di comparizione per il capo dello staff della Casa Bianca

Nuovo tassello nell'inchiesta per impeachment per il presidente Trump, con la convocazione del capo dello staff davanti alla commissione intelligence

Attacco turco in Siria, il commento di Trump
Trump (Foto Flickr: Gage Skidmore)

Nuovo tassello nell‘inchiesta per impeachment di Donald Trump, che si concretizza nel mandato di comparizione per il capo dello staff della Casa Bianca, Mick Mulvaney. Nelle prossime ore, Mulvaney dovrà presentarsi davanti alla commissione intelligence, tuttavia, è poco probabile che il capo dello staff ottemperi a questa richiesta.

Gli inquirenti hanno diffuso una nota in cui si parla del ruolo che Mick Mulvaney. In particolare, pare che in un briefing con la stampa, lo scorso 17 ottobre, abbia confermato la tesi del “quid pro quo”. In pratica, il capo dello staff avrebbe ammesso che Trump avrebbe ritirato gli aiuti militari in Ucraina per fare pressioni su Kiev, dopo la richiesta di indagare sui Biden e sui democratici.

Una testimonianza fondamentale nell’inchiesta, perché di fatto è l’ammissione dell’abuso di potere da parte del Presidnete Trump. Tuttavia, Mulvaney cambiò la versione e poco dopo smentì quanto aveva detto alla stampa.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.