Sparatoria in una sinagoga della Germania: il killer è un neonazista di 27 anni

Due persone sono morte in seguito a una sparatoria avvenuta nei pressi di una sinagoga nella città di Halle, in Germania.

Clicca qui per ascoltare l'articolo

Due persone sono morte in seguito a una sparatoria avvenuta nei pressi di una sinagoga nella città di Halle, in Germania. Il responsabile, che avrebbe fatto fuoco impugnando una mitragliatrice, si è subito dato alla fuga. Avrebbe inoltre anche lanciato una granata al vicino cimitero ebraico. Non si conoscono ancora i motivi del gesto. Certo che l’ipotesi di un attacco a sfondo razziale si fa forte. Oggi, infatti, è Yom Kippur, Giorno dell’espiazione, la ricorrenza più sacra del calendario religioso ebraico. La notizia della sparatoria è stata resa nota da fonti locali. Intanto le Forze dell’ordine hanno inviato i cittadini a “restare in casa o trovare un posto sicuro”.

L’autore dell’attacco è un neonazista di 27 anni: secondo la “Bild” si chiama Stephan Balliet. Nel filmato diffuso online, l’uomo accusa gli ebrei e dichiara che «il femminismo è la causa del calo delle nascite in Occidente, capro espiatorio per l’immigrazione di massa».

Sparatoria in Germania, due persone in fuga

L’uomo, secondo alcuni testimoni, indossava una tuta mimetica ed era armato di diverse armi automatiche, tra cui il fucile mitragliatore con cui ha fatto fuoco. Un testimone, inoltre, parlando all’emittente N-Tv ha dichiarato che “era vestito di verde”, da “militare“, con un “elmetto” che portava una “maschera“. Infine, sempre secondo questo testimone, l’uomo non avrebbe sparato contro una sinagoga ma conto la vetrina di un negozio.

Oltre alle due vittime accertate, ci sarebbero inoltre anche diversi feriti. Ora è caccia all’uomo, che dovrebbe essere in fuga verso Lipsia. Intanto le Forze dell’Ordine hanno provveduto a chiudere la stazione ferroviaria di Halle. Secondo altri testimoni, però, gli aggressori sarebbero più di uno. La polizia di Halle ha scritto su Twitter: “I presunti assalitori sarebbero in fuga su un automezzo”. E ancora: “Restate in casa”.

Fermato un uomo sospetto

Uno scontro a fuoco, avvenuto nei pressi di Halle a Wiedersdorf, ha visto la morte di due persone. Due soggetti risultano in fuga a piedi mentre un sospettato è stato fermato dalle forze speciali. La sparatoria, avvenuta durante la ricorrenza ebraica del Yom Kippur, parla al momento di due vittime. Secondo le testimonianze era vestito con un elmetto e un vestiario da militare color verde.

L’autore del gesto portava una maschera e ha sparato con un mitra: questo è quanto riportato dall’emittente tedesca “N-Tv”. Attualmente nella sinagoga sono presenti tra le settanta e le ottanta persone. Intanto una delle vittime è rimasta a terra nei pressi della sinagoga nel centro città.

Il video

Un video pubblicato in Rete ha visto una persona con l’user anonimo “Anon” esprimersi con la seguente frase: «Gli ebrei sono la causa di tutti i problemi». Il filmato registrato dall’uomo corrisponde all’azione avvenuta ad Halle. Nel filmato emerge il tentativo di irruzione nella Sinagoga mediante serie di colpi esplosi contro la porta chiusa del luogo sacro.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.