Andrea Zamperoni morto a New York, fermata una donna

La Polizia ha trovato il corpo senza vita di Andrea Zamperoni in una stanza di hotel a New York. Lo chef italiano lavorava negli USA da più di un anno.

Andrea Zamperoni, trovato morto lo chef italiano a New York
Andrea Zamperoni, trovato morto lo chef italiano a New York (foto Instagram)
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Andrea Zamperoni, lo chef italiano scomparso a New York da diversi giorni, è stato trovato senza vita. Il ristorante “Cipriani Dolci” ha comunicato la triste notizia. Il 33enne, originario di Casalpusterlengo (provincia di Lodi) è deceduto per cause ancora in corso di accertamento. La nota è stata diffusa dalla Bbc. «Con tristezza abbiamo appreso che Andrea Zamperoni, un amato e rispettato membro della squadra Cipriani da molti anni, che era scomparso domenica, è stato trovato morto». Intanto una donna è stata fermata dagli agenti.

Il ritrovamento del corpo

Il corpo era avvolto in una coperta, come se qualcuno volesse farlo sparire. E quell’ostello del Queens, il Kamway Lodge, a pochi isolati dalla sua abitazione, è noto per droga e prostituzione. Si infittisce il giallo della mrote di Andrea Zamperoni, il capo chef del “Cipriani Dolci” trovato senza vita a New York. L’ultima persona che lo ha visto è stato il suo compagno di stanza al termine del turno di notte. Quando lunedì non si era presentato al lavoro, i colleghi avevano fatto scattare l’allarme chiamando le forze dell’ordine. 

Lo chef italiano Andrea Zamperoni trovato senza vita a New York

Stando alle informazioni del “New York Post”, Zamperoni sarebbe stato trovato senza vita in una stanza di albergo nella zona del Queens. Ed è qui che lo chef italiano abitava. La Polizia è stata allertata, mediante una chiamata, per la presenza di un uomo privo di sensi. Disposta l’autopsia per determinate le cause della morte. Andrea Zamperoni si trovava a New York, da più di un anno, e stava lavorando nello stesso ristorante in cui lavorò in quel di Londra.

La nota del ristorante

«Suo fratello è travolto dal dolore e non potrà rilasciare nessuna dichiarazione – continua il comunicato del ristorante – abbiamo fiducia nel fatto che la polizia di New York stia facendo tutti gli sforzi per indagare e portare chiarezza su questa tragica situazione. La famiglia di Andrea sarà nei nostri pensieri e nelle nostre preghiere e rispetteremo la loro privacy in questo momento difficile – conclude Cipriani Dolci -. Andrea era una persona responsabile, di buon cuore, gentile ed un grande lavoratore che mancherà immensamente a tutti noi».

Il commento del primo cittadino di Casalpusterlengo

Sulla vicenda esprime sgomento il sindaco di Casalpusterlengo, Elia Delmiglio, che ha rilasciato alcune dichiarazioni all’AdnKronos: «Non ci sono parole di fronte a una notizia così drammatica. Ho pregato e sperato, io e l’intera comunità ci uniamo nell’abbraccio alla famiglia. Apprendo ora della morte di Andrea e siamo sgomenti e senza parole».

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.