Brexit, Johnson e le divergenze con Varadkar: netta la distanza sul “backstop”

Il primo colloquio telefonico tra Johnson e Varadkar, rispettivamente Primo Ministro di Regno Unito e Repubblica d'Irlanda, ha riguardato la Brexit.

Boris Johnson e la Brexit
Boris Johnson e la Brexit (foto repertorio)

Boris Johnson, dopo diversi giorni dall’insediamento, ha avuto un colloquio telefonico riguardante il tema della Brexit. Dall’altra parte del telefono vi era il Primo Ministro della Repubblica d’Irlanda Leo Varadkar.

Brexit, divario netto tra Regno Unito e Irlanda

La questione della clausola di salvaguardia del “backstop”, sul confine Irlanda-Irlanda del Nord, non è cosa di poco conto. Johnson ha intenzione di eliminarla per dare vita a un nuovo accordo. Ciò vorrebbe dire, però, negoziare nuovamente un divorzio e trovare soluzioni differenti rispetto a quelle attuali.

Da un lato Johnson chiede di mantenere un rapporto bilaterale stretto e caloroso oltre che restare uniti. Varadkar, invece, ha la ferma intenzione di mantenere fede all’accordo di recesso, raggiunto in precedenza da Theresa May. Non esiste alcuna forma di nuova negoziazione. Le soluzioni, alternative al “backstop”, saranno eventualmente valutate più avanti.