El Chapo, la sentenza che condanna all’ergastolo il narcotrafficante

El Chapo, 62 anni, è stato condannato all'ergastolo nel processo che lo vede imputato negli Stati Uniti. L'uomo è imputato con diverse accuse a proprio carico.

El Chapo
El Chapo
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Il re del narcotraffico El Chapo è stato condannato dalla Corte di New York per dieci capi di imputazione. La pena consiste nell’ergastolo a cui si aggiunge un’altra condanna a trent’anni di reclusione. El Chapo, meglio conosciuto come Joaquin Guzman, è stato riconosciuto come l’autore del traffico di tonnellate di cocaina, eroina e marijuana. L’uomo è stato condannato anche per diversi omicidi in quanto ritenuto il capo del cartello di Sinaloa. Attualmente il capo del cartello messicano dovrebbe trovarsi in un carcere di massima sicurezza del Colorado.

El Chapo condannato all’ergastolo

Termina così il processo al narcotrafficante che fu arrestato in Messico nel 2016. Successivamente, invece, fu estradato negli Stati Uniti. Secondo il narcotrafficante il caso sarebbe stato infangato da alcuni pregiudizi da parte dei giurati. Il legale di dell’uomo, infatti, ha dichiarato che i media avrebbero condizionato la scelta. La Procura di Brooklyn presentò il ricorso chiedendo la restituzione di una somma pari a 12,6 miliardi di dollari. La cifra corrisponderebbe, secondo i calcoli dei legali, ai proventi del traffico di droga del cartello di.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.