Assalto all’Area 51: in 400mila per l’incursione preparata sui social

Sono tantissime le persone che hanno raccolto l'appello di Jackson Barnes per un assalto all'Area 51 programmato per il 20 settembre

Assalto Area 51
Assalto Area 51
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Un assalto all’area 51 è quello che stanno organizzando per il prossimo 20 settembre un gruppo di persone sotto la guida di Jackson Barnes. L’evento “Storm Area 51” è comparso su Facebook, e lo scopo è quello di infiltrarsi nella base americana in Nevada per arrivare là dove si dice ci siano i corpi degli alieni precipitati nel 1947.

L’operazione potrebbe raccogliere anche 400mila persone, così tante che Barnes, come riporta Repubblica, scrive “Ok ragazzi, sento che abbiamo bisogno di formulare un piano, ho messo insieme questo schema facile da seguire”. Ogni contingente avrà un ruolo diverso nell’assalto.

Cosa c’è nell’Area 51

Secondo la leggenda, l’incidente – presunto – di Roswell, nel 1947 portò sulla Terra alieni e navetta spaziale, conservati nell’Area 51. Una base che non compare sulla mappe, dove pochissimi possono entrare, e di cui il governo Usa ha ammesso l’esistenza solo nel 2003. E siccome nessuno ha mai detto cosa ci si facesse in quella base, logicamente spiegazioni fantastiche e complottiste si sono susseguite.

Come riporta Repubblica, qualcuno, come Sam Scimemi che è “direttore della Stazione spaziale internazionale (Iss) in forza alla Nasa dal 2003″, spiega che si tratta solo di una base aerea. “Non ci sono mai stato ma sono certo che non si tratta altro che di una base dell’aeronautica. Voi europei avete la mitologia, noi negli Usa l’abbiamo dovuta costruire da zero e le grandi cospirazioni immaginarie ne fanno decisamente parte, compresa l’Area 51”, sostiene. Una base aerea quindi, segreta perché lì verrebbero testati gli aerei più avanzati. E con livelli di sicurezza altissimi, con guardie private in jeep che pattugliano il perimetro e sensori di movimento. Multe salatissime per chi provi ad entrare.

Il post scriptum di Barnes

Ma riusciranno a fermare la massa di gente che il 20 settembre si appresta a dare l’assalto all’Area 51? Sempre che si faccia davvero: Jackson Barnes infatti confessa: “Buongiorno governo degli Stati Uniti, questo è uno scherzo, e in realtà non intendo portare avanti il piano. Ho solo pensato che sarebbe stato divertente e allo stesso tempo che avrei ricevuto molti like. Non sono io il responsabile se poi le persone decideranno di occupare effettivamente l’Area 51”. Ma forse tra tutti gli iscritti al gruppo qualcuno che si presenterà davvero lì il 20 settembre ci sarà.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.